Tennistavolo: Pettinelli e Ubaldi ospiti d'onore del CSI di Padova

2' di lettura Senigallia 14/09/2014 - E' iniziata con la proiezione di SHOT, il corto metraggio del regista milanese Claudio Colombo ispirato all'insegnamento di Pettinelli, ed è finita tra gli applausi con la consegna al Maestro di un'effige in bronzo di due tennistavolisti la serata organizzata a Padova dal CSI per festeggiare i 70 anni della fondazione del Centro Sportivo Italiano con ospite d'onore il Tennistavolo Senigallia.

In mezzo un interessante confronto che ha visto i senigalliesi Pettinelli ed Ubaldi parlare non solo di storia del tennistavolo italiano ma soprattutto di etica sportiva e valori educativi. Rispondendo alle domande del moderatore, il Direttore del periodico Difesa del Popolo Dott. Guglielmo Frezza, Pettinelli ha riproposto il concetto di armonia del gesto tecnico e musicalità come fondamenti della scuola senigalliese, l'attenzione rivolta alla comprensione delle dinamiche psicologiche dei giovani allievi, il peso del rapporto genitoriale nella prestazione agonistica.

Tutt'altro che scontata è la stata la risposta alla domanda di come l'allenatore dovrebbe scegliere gli allievi da seguire. Pettinelli ha sostenuto infatti che dovrebbe essere l'allievo a scegliere l'allenatore e non viceversa perché compito di quest'ultimo è mettere in condizione il ragazzo di esprimere tutta la propria potenzialità, che potrebbe non essere quella di un campione. Insomma al centro dell'insegnamento dovrebbe essere posto l'uomo e la sua realizzazione e non l'ottenimento a tutti i costi della vittoria.

Curiosità ha destato la collaborazione con il Prof. Massi dell'Università di Urbino per utilizzare la grafologia a complemento dell'osservazione psicologica. Al Presidente Ubaldi è spettato il compito di illustrare l'evoluzione del tennistavolo dall'origini ad oggi, le differenze sportive del CSI e della federazione, i risultati della scuola senigalliese e la sua organizzazione, le numerose attività del Centro Olimpico. La serata, svolta in una bellissimo auditorium vescovile, è stata preceduta da un allenamento collegiale pomeridiano (alla presenza dei genitori che sono rimasti particolarmente soddisfatti) di un gruppo di ragazzi e dei loro tecnici in una enorme palestra di proprietà parrocchiale.

Pettinelli ha mostrato come i noiosissimi schemi di allenamento, che tanto piacciono agli allenatori senza fantasia, possano essere trasformati ricorrendo al buonsenso e alla motivazione, unitamente ad una breve analisi tecnica dei vari ragazzi presenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2014 alle 17:43 sul giornale del 15 settembre 2014 - 442 letture

In questo articolo si parla di tennistavolo, sport, senigallia, tennistavolo senigallia, ping-pong

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/9IB