contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Nuovi allagamenti a Senigallia, i residenti a Mangialardi: 'È vergognoso ed inaccettabile'

2' di lettura
22594

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


Nuovi allagamenti a Senigallia. Sabato pomeriggio una nuova ondata di maltempo ha flagellato Senigallia e, nel giro di poco tempo, diverse strade e zone della città sono state allagate.

La pioggia, che nell'estate 2014 sta facendo da 'padrona' e caratterizzando la gran parte delle giornate, continua a creare problemi alla circolazione ed ai residenti.

Come avvenuto alcuni giorni fa, nelle prime ore di sabato pomeriggio, a seguito delle precipitazioni diverse zone e strade sono state invase dall'acqua gettando nuovamente la popolazione nello sconforto, nella paura e preoccupazione.

Particolari disagi sono stati registrati, al momento, lungo la strada Corinaldese, in via Amendola, via Venezia e via Fratelli Zuccari, oltre la zona del Borgo Catena, del Portone, del Cimitero delle Grazie dove i campi si sono trasformati velocemente in risaie, delle Saline dove si è verificata anche una violenta grandinata e l'ormai consueta zona Cesanella.

I residenti, sfiniti ed esausti dal ripetersi della stessa situazione ogni volta che piove, armati di stivali sono scesi in strada per stappare le fognature sature che sembrano non ricevere l'abbondante pioggia piovana per evitare così di trovarsi l'acqua in casa.

Numerose, in tal senso, le lamentele da parte dei cittadini senigalliesi al sindaco Maurizio Mangialardi sulla sua pagina facebook. Residenti che, a gran voce, chiedono un intervento immediato per risolvere il problema delle fognature sature e, conseguentemente, degli allagamenti.

E' vergognoso ed indecente- si legge tra i commenti dei residenti postati sulla pagina facebook del primo cittadino- Ci siamo veramente stancati. E' ora scossa che si faccia qualcosa perchè ogni volta che piove la situazione è questa”. Ed ancora, “Ogni volta dobbiamo scendere con gli stivali a stappare le fognature perché l'acqua rischia di entrarci in casa- continuano- La gente deve andare al lavoro e le strade sono impercorribili”.

Contemporaneamente, sempre sulla pagina facebook del primo cittadino divenuta ormai un mezzo rapido ed immediato di scambio di opinioni sulle questioni del territorio, c'è anche qualche cittadino che invita i propri concittadini ad organizzarsi autonomamente per pulire le fognature. "Se ogni cittadino tenesse pulito il tombino sotto la propria abitazione, senza aspettare continuamente l'intervento degli operai comunali, forse- si legge- certe vie non si troverebbero in queste situazioni".

Non solo strade e vie allagate. Diverse le richieste di intervento ai Vigili del Fuoco per garage e scantinati invasi da acqua e fango. Allagati anche i sottopassi che conducono al mare, subito chiusi dalla Polizia Municipale.

Foto di Carmine Pinto, Emanuele Olivi, Francesca Castellani, Maurizio Perini, Nicoletta Gresta, Roberto Olivetti e Mirko Silvestrini.





Questo è un articolo pubblicato il 26-07-2014 alle 16:08 sul giornale del 28 luglio 2014 - 22594 letture