contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corinaldo: presentato in Consiglio Comunale il pacchetto anticrisi

6' di lettura
929
dal Comune di Corinaldo
www.corinaldo.it

È stato approvato martedì 15 luglio in Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2014 del Comune di Corinaldo. In una seduta del tutto particolare, il Civico Consesso, ospite per una sera dell'azienda Bizzarri Spa ha esaminato presentato alla cittadinanza i numeri di bilancio, cogliendo l'occasione per una riflessione sui lavori dei vari assessorati.

Ad aprire ed introdurre il Consiglio è stato il primo cittadino Matteo Principi che, davanti ad un pubblico di decine di cittadini, ha scelta di un Consiglio Comunale itinerante. "Per prima cosa vogliamo ringraziare la società Bizzarri spa e in particolar modo Alfonso e Adelelmo per la disponibilità mostrata nell'ospitare il Consiglio Comunale. L'intento di quest'Amministrazione attraverso l'uso di questo strumento è quello di uscire dal palazzo comunale e far sentire la vicinanza a tutto il territorio, in questo caso a tutte le attività lavorative di Corinaldo e non solo; con particolare riferimento alla società Bizzarri e tutti i suoi lavoratori. E vogliamo farlo ora, in un momento di generale difficoltà". Il sindaco ha poi introdotto l'argomento principale dell'assemblea, il Bilancio di Previsione 2014.

"In questo momento parlare di bilancio e quindi di programmazione di un anno è riduttivo -ha sottolineato il sindaco-. In un momento così delicato e particolare mi piace pensare che stiamo approcciando non ad una serie di numeri bensì ad un grande progetto per il paese. Dietro a delle cifre divisi per capitoli ci sono infatti delle scelte. Ci sono delle decisioni che devono e vogliono portare ad uno reale sviluppo di Corinaldo. Questo bilancio -ha continuato Principi- rappresenta un grande progetto per la nostra comunità, sintetizzabile in tre grandi obiettivi. In primo luogo una risposta immediata alla crisi economica. Una misura anticrisi che aiuta le situazioni più in difficoltà. In secondo luogo il mantenimento dei servizi di qualità per la cittadinanza. Il terzo punto è la progettualità. Fermarsi ad affrontare il contingente e quindi le difficoltà del quotidiano è un errore, Corinaldo ha la forza per progettare il futuro. Ed è lo sforzo più grande per un amministratore: vedere oltre il nostro momento." Alla base di questo progetto per il futuro Corinaldo, secondo il sindaco c'è un fattore inscindibile: la coesione sociale.

"Corinaldo ha una forza grande per affrontare questa situazione e una forza di rilanciare. Partendo da una straordinaria coesione sociale, fatta di cittadini ed imprese che amano il paese e tengono a cuore il nostro territorio. È questa la grande forza e il lavoro di squadra che porta ad importanti risultati. L'Amministrazione lavora con tutti gli strumenti concreti che ha per aiutare questo percorso virtuoso, dalle consulte cittadine al centro giovanile, dalle commissioni comunali agli incontri pubblici. Vogliamo valorizzare e dare spazio ad un contesto sociale e di partecipazione forte ed è nostro compito tenerlo unito. Questa è la base per affrontare ogni problema." Il sindaco Principi è poi sceso più nei dettagli del bilancio. "L'obiettivo di un bilancio è uno solo -ha spiegato-: migliorare la qualità della vita di chi vive un territorio ed è un obiettivo che vorremmo raggiungere insieme. Siamo partiti da un riassetto della macchina comunale per rispondere ad una situazione in forte evoluzione e cambiamento. Efficienza delle risorse interne, nuovi progetti di riorganizzazione interna e nuove collaborazioni con gli altri comuni della vallata. In secondo luogo i cofinanziamenti, risposte concrete per progetti strategici per Corinaldo. Come la nuova struttura di accoglienza turistica presso la Casa Natale, i lavori a Santa Maria in Portuno, la nuova area sosta camper. Senza dimenticare le "economie" che, come in tutte le famiglie, abbiamo dovuto fare. Ma fatte con intelligenza, come ad esempio i tanti interventi sul risparmio energetico."

Ed infine il primo cittadino ha voluto concentrare il suo intervento sulle prospettive future. "Il rilancio di una comunità riparte dall'istruzione, li sta la grande strategia nell'affrontare il futuro. Investire in istruzione significa avere cura dei nostri edifici scolatici e e aiutare il miglioramento della qualità della formazione. Un aspetto sociale e culturale importante che rappresenta la la vera strategie per uscire da questa situazione difficile. E poi il turismo -ha concluso Principi-. In questo settore, spesso sbandierato da molti, questa Amministrazione ha voluto fin da subito impostare un percorso diverso, lavorando su un piano nuovo. Siamo infatti convinti che il vero turismo parta da chi vive un territorio, dai corinaldesi. Turismo per noi è l'evoluzione di quella coesione sociale di cui abbiamo parlato. Turismo come innalzamento qualitativo di tutto quello che facciamo, partendo dal tenore di vita di cittadini. La vera strategia parte da noi, da tutti i cittadini. Turismo è benessere, turismo è vivere un luogo, turismo è autenticità delle persone. Corinaldo città palcoscenico è questo, valorizzare Corinaldo come il luogo dove vivono i corinaldesi dove vive l'autenticità di una comunità." L'illustrazione del bilancio preventivo, nei suoi dettagli e nelle sue novità, è stata affidata all'assessore al bilancio Rosanna Porfiri. "Parlare oggi di bilancio preventivo significa assumersi delle responsabilità. È un momento fatto di scelte, spesso dettate da una costante incertezza normativa e di indirizzo politico. Il ruolo dell'Amministrazione sempre più tende verso la razionalizzazione dell'esistente piuttosto che sulla realizzazione della nuova opera pubblica. L'obiettivo è il mantenimento della qualità dei servizi erogati ai cittadini, come sinonimo di vicinanza alla cittadinanza. Se dobbiamo identificare una definizione potremmo parlare di un bilancio di resistenza e di reazione."

L'assessore Porfiri ha poi illustrato la vera novità del bilancio 2014, cioè l'introduzione della Iuc, composta da tre tributi: Imu, Tasi e Tari. Per quanto riguarda la Tasi, l'Amministrazione ha scelto di lasciare la tassazione solo sulla prima casa con una aliquota differenziata per fasce di reddito. 1 per mille per le case fino a 250€ di rendita, 2 per mille per le abitazioni fino a 650€ di rendita e 2,5 per mille per le altre. Alla voce Tari l'Amministrazione ha deciso di diminuire il piano economico finanziario di euro 22.000,00 e di azzerare l'aliquota per le famiglie alluvionate e del 50% per le imprese alluvionate. Infine l'IMU che per il 2014 rimarrà invariata rispetto al 2013. Infine l'assessore Porfiri ha illustrato l'introduzione di una serie di provvedimenti definiti "anticrisi" che fra le altre cose prevede la riduzione del valore delle aree fabbricabili fino ad un massimo del 50%, un contributo a fondo perduto per le attività centro storico che fanno ammodernamenti, l'azzeramento della TASI per le imprese, per le seconde case, per le aree fabbricabili e altri fabbricati, l'azzeramento delle tariffe dei servizi a domanda individuale per le fasce di popolazioni più deboli e per coloro che hanno subito licenziamenti negli anni 2013 e 2014, l'istituzione di borse lavoro per gli "over 45" in stato di disoccupazione a seguito di licenziamento, uno sconto pari al 20% della TARI per quelle attività economiche che rinunciano all'istallazione di slot machines. Un pacchetto anticrisi 371.000€. Il consiglio Comunale, ha infine affrontato ogni singolo aspetto del bilancio, gli assessore hanno illustrato le novità in ogni settore e le progettualità future. Il Civico Consesso si è quindi concluso con l'approvazione a maggioranza di tutti i punti all'ordine del giorno.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2014 alle 08:14 sul giornale del 26 luglio 2014 - 929 letture