contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: Montenovonostro, 'cosa è successo veramente a Pongelli con l'alluvione?'

1' di lettura
1052

da Montenovonostro


Lo scorso 3 maggio 2014 una grave alluvione ha provocato danni consistenti che stanno alimentando giustificate prese di posizione da parte dei partiti, delle associazioni di categoria, dei comitati cittadini e dei singoli abitanti per quello che è accaduto e che non doveva accadere.

Evidentemente, dopo la precedente alluvione di quasi quarant’anni fa, quando il 19 agosto 1976 il Misa aveva tracimato allagando una parte di Pongelli con danni di qualche rilievo alle abitazioni, chi aveva la responsabilità della gestione oculata del territorio non ha svolto il suo compito perché, pur essendosi stavolta salvata la parte abitata di Pongelli l’altra volta allagata, è finita irrimediabilmente sott’acqua la zona commerciale, artigianale e industriale della frazione valliva che non era stata allagata allora.

“montenovonostro” desidera sapere nel dettaglio che cosa è accaduto durante questi quaranta anni, sia in termini di prevenzione che di pianificazione e gestione del territorio, di chi è la competenza in materie di regimazione delle acque dell’unico fosso di Vallone San Giovanni esondato violentemente, mentre non era accaduto quarant’anni fa, se c’è stata una causa o una concausa determinante a provocare il disastro in condizioni metereologiche all’incirca equivalenti ma dagli esiti fortemente differenti, quali sono oggi i rischi per la salute conseguenti all’evento che ha trascinato liquami maleodoranti e forse inquinanti nelle case e nelle fabbriche di Pongelli.

Sono queste le domande che “montenovonostro” rivolge alla Amministrazione Comunale, rimanendo in attesa di una dettagliata relazione che fughi i timori di eventuali repliche dell’evento dannoso purtroppo accaduto. Nell’attesa di riscontro si porgono cordiali saluti.



Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2014 alle 18:50 sul giornale del 30 giugno 2014 - 1052 letture