contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CULTURA
comunicato stampa

Corinaldo: al via la mostra 'Fratello Sole'

3' di lettura
1107
dal Comune di Corinaldo
www.corinaldo.it

Corinaldo si appresta ad ospitare una mostra dal carattere del tutto particolare. Come afferma l’assessore alla cultura Giorgia Fabri, “ si tratta di una mostra dall’alto contenuto artistico e con una forte componente di spiritualità che bene si armonizza sia con i luoghi prescelti (Cripta dell’Addolorata e Chiesa del Suffragio) sia con la città nella sua interezza e tradizionale denominazione di città d’arte e fede.

Si tratta – prosegue l’assessore Fabri – di vere e proprie opere d’arte ma anche, nel loro insieme, di una intensa preghiera innalzata a San Francesco con pazienza e grande abilità artigiana da Giorgio Forlani, nell’arco di tutta la sua vita. Questa iniziativa rappresenta anche una ulteriore occasione per tornare a fruire di alcuni luoghi importanti del nostro ingente patrimonio storico – culturale di beni immobili e mobili. Veri e propri scrigni di cultura, tradizione e religiosità”. Si tratta di un evento espositivo dal titolo emblematico di “Fratello Sole”: un’esposizione che, in sintesi, raduna sessanta incisioni su legno di ispirazione giottesca realizzate dall’artista senigalliese Giorgio Forlani. Del grande pittore toscano, nato a Vespignano, nel fiorentino e che ha reso al meglio l’arte figurativa durante Umanesimo e Rinascimento, si respira la presenza a pieni polmoni, nei locali adibiti ad ospitare la mostra in questione (Cripta di S. Maria Goretti e Suffragio, situati in piazza del Cassero). L’apertura è prevista per domenica 29 giugno, subito dopo la messa delle 18.30 alla chiesa dell’Addolorata.

La mostra, unica nel suo genere ed irripetibile per volontà espressa dallo stesso Autore, rimarrà aperta durante tutta l’estate e sarà fruibile tutti i giorni con i seguenti orari di visita: dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. “Alla realizzazione di “Fratello Sole” – specifica l’autore della mostra, il signor Giorgio Forlani – ho impiegato tanti anni, assistito con grande trasporto e condivisione dalla moglie Francesca. Chiaramente non ho dedicato tutto il mio tempo libero a creare opere o a compiere incisioni (praticate su legni relativamente pregiati quali olivo e quercia e, in qualche caso, addirittura ultrasecolari) ma, in quelle occasioni in cui mi sentivo ispirato, mi sono dedicato con entusiasmo alla creazione delle mie opere”.

Il signor Giorgio non tiene particolarmente al fatto che i suoi lavori vengano enfatizzati o lodati: al contrario, con uno spirito d’animo discreto e minimalista, che si rifà proprio al modus vivendi del celebre santo (patrono d’Italia, assieme a santa Caterina da Siena, dal 1939), ciò che si propone consiste nel testimoniare una sorta di modello di vita e di esempio “spartano”, esattamente agli antipodi dello stile di vita frenetico che contraddistingue la società attuale. A conferma di ciò interviene un’altra particolarità della mostra stessa. “Per realizzare tutte le lettere incise sui tasselli di legno – spiega ancora il signor Giorgio – ho utilizzato la tecnica della pirografia, incidendo su legno con lenti diverse che filtravano i raggi del sole.

L’artista intende ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa bella e inaspettata esperienza. E il comune, dal suo canto, non può che esprimere viva soddisfazione per l’opportunità offerta di caratterizzare e impreziosire ancora di più la già articolata e ricca programmazione estiva. Un ringraziamento dunque all’artista Forlani, in primo luogo, ma anche alla Parrocchia per avere offerto la diponibilità degli spazi per la mostra, all’Unitre per la collaborazione all’apertura, al prof. Fabio Ciceroni per la presentazione della mostra, all’architetto Sartini per l’aiuto nell’allestimento.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2014 alle 11:56 sul giornale del 28 giugno 2014 - 1107 letture