x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Castelleone: Guerra (Paese Verde) interroga il sindaco sulle bollette Tari

2' di lettura
959

da Domenico Guerra
Capo Gruppo Consiliare Paese Verde


domenico guerra

Di seguito l'interrogazione che Domenico Guerra a nome del gruppo consiliare "Lista Civica Paese Verde" ha inviato al sindaco di Castelleone di Suasa, per chiedere le ragioni della mancata applicazione dell'art. 1 comma 688 della legge n. 147 del 27 dicembre 2013 circa la spedizione ai cittadini in questi giorni per il pagamento delle rate relative alla TARI per l'anno 2014 (tassa rifiuti comunale) acconto del 70%.

Il Sottoscritto Domenico Guerra a nome del Gruppo Consiliare “Lista Civica Paese verde” rivolge alla S.V. La seguente interrogazione:
premesso
che in questi giorni sono arrivate alle famiglie Castelleonesi le bollette relative alla TARI (tassa comunale sui rifiuti) acconto per l'anno 2014 del 70% della somma dovuta al contribuente;
che, a nostro parere, è stato disatteso quanto stabilito dalla legge n. 147 del 27 dicembre 2013 art. 1 comma 688 la quale recita: “il Comune stabilisce il numero e le scadenze di pagamento del tributo, consentendo di norma almeno due rate a scadenza semestrale e in modo anche differenziato con riferimento alla TARI e alla TASI.

considerato
che i contribuenti hanno ricevuto invece dal Comune due bollettini per il pagamento dell'acconto del 70% con scadenza 16 luglio 2014 e 16 settembre 2014 in evidente contrasto con quanto stabilito dalla legge sopra citata la quale prevede che tra le due rate, anche se si tratta di acconto, ci debba essere scadenza almeno di sei mesi;

chiede
quali siano le ragioni del mancato rispetto della legge n. 147 del 23 dicembre 2013 art. 1 comma 688.
Con l'occasione raccomanda inoltre, per alleggerire il carico fiscale alle famiglie, soprattutto di quelle che sono in maggiore difficoltà a causa della perdita dei posti di lavoro, di fare cadere la rata del conguaglio TARI per l'anno 2014, almeno sei mesi dopo la scadenza della prima rata, cioè il 16 gennaio 2015.

Chiede
infine che alla seguente interrogazione venga data risposta ai sensi dell'art. 43 comma 3 del T.U.E.L. n. 267 del 18 agosto 2000. Certo della Sua attenzione, invio i più cordiali saluti.



domenico guerra

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2014 alle 18:53 sul giornale del 28 giugno 2014 - 959 letture