Arrestato uno sciacallo dell'alluvione, dall'Umbria per rubare a Senigallia

1' di lettura Senigallia 08/05/2014 - Era venuto dall'Umbria appositamente per rubare ai danni dei cittiadini vittime della alluvione di Senigallia. L'extracomunitario è stato però fermato e arrestato dai Carabinieri.

Nel tardo pomeriggio di giovedì lungo la provinciale Arceviese, all’altezza del casello autostradale, i Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per furto aggravato, il cittadino extracomunitario Mohamed Mouny, marocchino classe 1952, residente a Costacciaro (PG), commerciante.

Nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio della popolazione vittima dell’alluvione, i militari delle Stazioni di Montemarciano e Senigallia, dopo un breve inseguimento lungo le strade cittadine, hanno fermato, il citato cittadino marocchino che, poco prima, si era allontanato alla guida del furgone Ford Transit.

L'extracomunitario aveva poco prima rubato, ad alcune vittime dell'alluvione in via Baroccio, alcuni elettrodomestici accantonati temporaneamente in strada per consentire le operazioni di pulizia dei locali danneggiati dall’inondazione. L’Autorità Giudiziaria, immediatamente informata, ha disposto di trattenere il marocchino nelle camere di sicurezza della caserma di Via Marchetti in attesa del rito direttissimo fissato per venerdì 9 maggio presso il Tribunale di Ancona. La refurtiva recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari.






Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2014 alle 21:19 sul giornale del 09 maggio 2014 - 830 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, giulia mancinelli, alluvione, senigallia, articolo, Costacciaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Us





logoEV