Montemarciano: Ex Montedison, Becci chiede un incontro sul progetto di riconversione

ex montedison 1' di lettura 28/02/2014 - Sul progetto di riconversione dell'ex Montedison, interamente sul territorio di Falconara ma a ridosso dell'abitato di Marina, corre l'obbligo di stigmatizzare l'atteggiamento poco trasparente del sindaco Liana Serrani.

A differenza di Falconara, Comune che sta guidando l'iter amministrativo al quale la giunta di Montemarciano si sta accodando , dove consiglieri di maggioranza e opposizione hanno avuto la possibilità di parlare e fare domande mirate al privato promotore e a i progettisti in un'apposita commissione, a Montemarciano ci si è limitati alla semplice visione di tabulati con spiegazioni di circostanza. Il solito metodo già sperimentato con i progetti Realt e Anconello, presentati come "affari" e poi risultati privi di consistenza quando non a danno economico dell'intera comunità.

Senza entrare nel merito del progetto - impossibile al momento visto le scarse informazioni che ci sono state fornite – è nostra intenzione chiedere un incontro con il privato promotore e con i progettisti per avere un serio approfondimento su molti aspetti che la presentazione data dall’amministrazione non ha chiarito. I commenti che abbiamo sentito anche in quella sede erano la riproposizione di un approccio superficiale che i cittadini di Montemarciano hanno troppe volte pagato.

La nostra non vuole essere una posizione ideologica ma vogliamo la dovuta chiarezza rispetto a informazioni che non sono state approfondite a differenza della possibilità avuta dai colleghi consiglieri di Falconara.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2014 alle 16:04 sul giornale del 01 marzo 2014 - 1598 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, falconara, politica, ex montedison, crollo, montedison, Progetto Montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZeG





logoEV
logoEV