Montemarciano: Ex Montedison, Becci chiede un incontro sul progetto di riconversione

ex montedison 1' di lettura 28/02/2014 - Sul progetto di riconversione dell'ex Montedison, interamente sul territorio di Falconara ma a ridosso dell'abitato di Marina, corre l'obbligo di stigmatizzare l'atteggiamento poco trasparente del sindaco Liana Serrani.

A differenza di Falconara, Comune che sta guidando l'iter amministrativo al quale la giunta di Montemarciano si sta accodando , dove consiglieri di maggioranza e opposizione hanno avuto la possibilità di parlare e fare domande mirate al privato promotore e a i progettisti in un'apposita commissione, a Montemarciano ci si è limitati alla semplice visione di tabulati con spiegazioni di circostanza. Il solito metodo già sperimentato con i progetti Realt e Anconello, presentati come "affari" e poi risultati privi di consistenza quando non a danno economico dell'intera comunità.

Senza entrare nel merito del progetto - impossibile al momento visto le scarse informazioni che ci sono state fornite – è nostra intenzione chiedere un incontro con il privato promotore e con i progettisti per avere un serio approfondimento su molti aspetti che la presentazione data dall’amministrazione non ha chiarito. I commenti che abbiamo sentito anche in quella sede erano la riproposizione di un approccio superficiale che i cittadini di Montemarciano hanno troppe volte pagato.

La nostra non vuole essere una posizione ideologica ma vogliamo la dovuta chiarezza rispetto a informazioni che non sono state approfondite a differenza della possibilità avuta dai colleghi consiglieri di Falconara.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2014 alle 16:04 sul giornale del 01 marzo 2014 - 1598 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, falconara, politica, ex montedison, crollo, montedison, Progetto Montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZeG


Il Sig. Becci non ha sicuramente potuto fare domande circa il progetto Montedison dal momento che dopo soli 30 minuti di consiglio Comunale se n'è andato, mancando quindi alla presentazione dello stesso. Le domande da fare sarebbero state tante anche durante quella presentazione, purtroppo ne lui ne altri del suo gruppo le hanno fatte.

Giuseppe Bottazzi

01 marzo, 15:32
le polemiche sollevate da VaneB sono sterili e di "basso profilo" dato che Lei stessa sa che: "Progetto Montemarciano è un gruppo e a nome di questo gruppo sono rimasti, in una seduta che non prevedeva il voto, Maurizio Grilli come consigliere e Renzo Sordoni tra il pubblico. Persone più che valide sulle quale riponiamo la massima fiducia"

maurizio grilli

01 marzo, 17:50
se la signora VaneB fosse rimasta in aula fino al termine della discussione in questione, avrebbe potuto ascoltare le argomentazioni presentate dal sottoscritto in qualità di consigliere comunale e di fondatore, insieme a Becci e ad altri cittadini, del movimento civico Progetto Montemarciano.
Spiace, pertanto, dover rilevare che un commento come quello sopra sembra apparire come un maldestro tentativo di delegittimazione.

Caro MAurizio, ho sentito il tuo intervento e poi me ne sono andata, se ben ricordi. Mi fa sorridere il Vostro modo di affrontare ogni argomento a mezzo stampa, forse più per farsi pubblicità che per affrontare davvero la questione. Ognuno ha il suo modo di fare e di agire, per carità, ma il progetto è presente sul sito del comune di Falconara (è quindi PUBBLICO) da novembre 2013, se non sbaglio; la società che ha presentato il progetto ha anche un nome ed un cognome e ci vuole molto poco , in qualità di Consiglieri Comunali, ad alzare il telefono e contattare la società o lo stesso Sindaco Brandoni e chiedere delucidazioni, come si può invece, cosa che per me è più importante, mettere a confronto la piantina delle zone inquinate (che in qualità di Consiglieri Comunali da diversi anni saprete benissimo dove trovare) con quella del progetto presentato ed informarsi soprattutto sull'entità della bonifica e sulle metodologie che la società intende utilizzare. Ai cittadini che Vi hanno votato dovreste portare delle risposte e delle informazioni concrete, anche se siamo in pieno periodo pre-elettorale le autopromozioni del tipo "noi faremo" e non "noi abbiamo fatto", soprattutto in occasioni come questa, spesso contano poco. :)