x

Tentano il furto a casa del sindaco Mangialardi, arrestati due albanesi

2' di lettura Senigallia 01/01/2014 - Il sindaco brinda in piazza l'arrivo del nuovo anno e due albanesi pensano di poterne approfittare per fare incetta di oro e gioielli in casa del primo cittadino.

È successo poco dopo lo scoccare della mezzanotte, quando Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia e presidente dell'Anci, stava festeggiando in piazza del Duca. I malviventi però non hanno fatto i conti con l'intensificazione dei controlli predisposti dalla Compagnia dei Carabinieri di Senigallia proprio in occasione del Capodanno e soprattutto con la destrezza dei vicini di casa del primo cittadino.

I due albanesi, Ardit Nuhu, classe 1992, e Denis Lieshai, classe1995, entrambi celibi, nullafacenti e irregolari sul territorio nazionale, verso mezzanotte e mezza hanno forzato una porta-finestra che dà sulla sala da pranzo dell'abitazione del sindaco in via Cellini. Aperta la porta, i due ladri si sono così introdotti all'interno dell'appartamento, sicuri che non vi fosse nessuno. A tutti infatti era noto che il primo cittadino avrebbe trascorso il Capodanno in piazza con i cittadini e l'Amministrazione. I due albanesi però non hanno considerato la scaltrezza dei vicini di casa del primo cittadino che dai terrazzi adiacenti, dove stavano festeggiando l'arrivo del nuovo anno, hanno avvistato i due ladri.

Subito è scattata la richiesta di aiuto alle forze dell'ordine. Sul posto è intervenuta una pattuglia del Radiomobile che si trovava in zona. I carabinieri hanno così sorpreso i due albanesi intenti a trafugare monili in oro e oggetti vari personali. I due sono stati subito arrestati. Il sindaco, rientrato a casa poco dopo perchè in procinto di partire per una vacanza con la famiglia, ha trovato i ladri appenna ammanettati in casa.






Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2014 alle 09:38 sul giornale del 02 gennaio 2014 - 16190 letture

In questo articolo si parla di cronaca, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, furto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/WC0





logoEV
logoEV
logoEV