Gran Festa di Capodanno: dalla tradizione della 'Cena della solidarietà' allo 'Show di luci e musiche'

4' di lettura Senigallia 28/12/2013 - Senigallia si prepara alla Gran Festa di Capodanno. E come da tradizione per la notte più lunga dell'anno la festa, che spazia dalla cena della solidarietà al concerto di Capodanno passando per lo show di luci e colori, coinvolgerà tutta la città.

Cuore della 14° Festa di Capodanno, che sarà comunque all'insegna della sobrietà e solidarietà, saranno piazza Simoncelli e piazza del Duca. Si comincerà infatti alle 20 con la cena della solidarietà da oltre 1000 posti organizzata dalla Caritas Diocesana e dall'Unitalsi in collaborazione con il Comune di Senigallia.

Il consueto appuntamento sotto il tendone allestito in piazza Simoncelli per 'Semplicemente insieme' è “un momento di festa per tutti, da condividere anche con chi è in difficoltà- sottolinea il vice-direttore della Caritas Diocesana, Giovanni Bomprezzi- E' un momento di allegria e di festa, in cui riflettere nella spensieratezza, che almeno per una sera cerca di far partecipare tutti allo stesso modo, senza distinzioni. Sarà una serata, sobria e gioiosa, semplice e festosa, ideale per annullare le differenze sociali, culturali, religiose, condividere una serata con i meno fortunati”.

Un menù completo da cenone di Capodanno sarà servito da oltre 100 volontari al costo di 25 euro (prenotazioni allo 071-7925563). Cenone che si aggiunge a quelli proposti da tutti i locali cittadini.

Dalle 22:30 la festa per la notte di San Silvestro si sposta in piazza del Duca dove la band locale Disco Stu accompagnerà i presenti fino alla mezzanotte con un repertorio diversificato e adeguato alla serata. Musica prevalentemente italiana che, allo scoccare della mezzanotte, lascerà spazio al brindisi ed allo show di luci, musiche ed animazioni alla Rocca Roveresca. “Si tratta di un effetto di luci che, a ritmo di musica, si animano e modellano sul luogo in cui vengono proiettate- spiega Luca Agnani,nuovo “guru” italiano del mapping, recentemente insignito di un prestigioso premio al Circle of Light, il Festival internazionale delle luci di Mosca- Uno spettacolo di dieci minuti che renderà le forme della struttura in 3D. E la Rocca Roveresca si presta molto bene a questo, per le sue dimensioni e per la giusta struttura. Inoltre ha una distanza tale da permettere a tutto il pubblico di assistere allo show nel migliore dei modi”.

Al termine dello show di luci, unica novità di quest'anno garantito sempre grazie all'intervento degli sponsor privati, che sostituisce il tradizionale spettacolo pirotecnico, la festa continua con la musica live della band Disco Stu. “Questa volta, però, daremo più spazio al ritmo ed alla musica da ballo”- precisa Luca Cerigioni, cantante del gruppo.

E se la notte di San Silvestro, per i più temerari, si protrarrà fino all'alba, per gli affezionati del concerto del 1° dell'anno l'appuntamento è per le 17 al teatro La Fenice con il concerto dell’Orchestra da Camera delle Marche, diretta da Roberto Molinelli. Ingresso unico a 10 euro (info 335/1776042). A chiudere la Gran Festa di Capodanno, immancabili come ogni anno, saranno la 'Festa dei bambini' (ore 16:30 del 1° gennaio) e la 'Tombola della Solidarietà' (ore 21 del 2 gennaio). Entrambi gli appuntamenti si svolgeranno presso il tendone della solidarietà di piazza Simoncelli.

Divenuta ormai una tradizione per Senigallia, la Gran Festa di Capodanno è un momento di gioia, solidarietà e dello stare bene insieme noto su scala regionale e nazionale che viene preso a modello da altre realtà cittadine- conclude il sindaco Maurizio Mangialardi- Un momento di qualità e di unione che racchiude in sé tutta la città”. Il tutto attraverso una sinergia tra pubblico e privato, con l'aiuto dei volontari e di quanti credono in questa tipologia di festa solidale. “Elementi consolidati negli anni ed altri innovativi che si uniscono e garantiscono una bella festa, una serata di allegria e spensieratezza, adatta a tutte le età”- fa eco Fabio Girolimetti, curatore dell'evento.








Questo è un articolo pubblicato il 28-12-2013 alle 16:09 sul giornale del 30 dicembre 2013 - 4473 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, Sudani Alice Scarpini, gran festa di capodanno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Wx9


Silvio Agnetti

30 dicembre, 10:42
Togliere lo spettacolo dei fuochi è un grande errore per la vitalità della e nella città.
Silvio Agnetti (cittadino di Senigallia)

Bene ha fatto il Sindaco a togliere i fuochi d'artificio che, essendo molto costosi, non si addicono al periodo di austerità vissuto dai cittadini e dal Comune stesso.
Spazio allora alle nuove idee innovative e, magari, più economiche.

Luigi Alberto Weiss

30 dicembre, 16:45
Cancellare i fuochi d'artificio mi sembra una grande ipocrisia. Il Comune se vuole davvero risparmiare deve guardare altrove, non a un momento di festa così gioioso. E poi, in queste occasioni, a furia di risparmiare si finisce per diventare tutti grigi e tristi.




logoEV
logoEV