x

Scomparsa dei sacchi dal furgone portavalori, nuovi indizi dall'auto ritrovata

Auto carabinieri 1' di lettura Senigallia 27/12/2013 - Continuano le indagini sulla scomparsa dei sacchi, contenenti migliaia di euro, da un furgone portavalori. Dall'auto rinvenuta alcuni indizi utili.

Sull'accaduto, avvenuto la sera del 23 dicembre nei pressi del casello autostradale di Senigallia, indagano i carabinieri di Senigallia in collaborazione con i colleghi di Jesi dove le due guardie giurate in servizio hanno sporto denuncia una volta arrivate a destinazione. Infatti i due non si sarebbero accorti dell'ammanco fino all'arrivo a Jesi.

Questo solo uno degli aspetti della vicenda da chiarire. Tuttavia dalla Fiat Marea ritrovata poco distante potrebbero arrivare elementi utili alle indagini. All'interno infatti sarebbero state trovate alcune fascette tagliate, riportanti la dicitura Fitist, molto probabilmente compatibili con quelle che chiudevano e sigillavano i sacchi. Elemento quindi che avvalorerebbe l'ipotesi del furto.

Un furto probabilmente organizzato dai malviventi, ancora ignoti, nei minimi dettagli: dal tragitto del furgone, da Senigallia a Jesi, al posizionamento delle auto utilizzate per il colpo e la successiva fuga. Ancora da quantificare l'ammontare preciso del bottino.






Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2013 alle 16:45 sul giornale del 28 dicembre 2013 - 2415 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Sudani Alice Scarpini, furto al portavalori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Wv5





logoEV
logoEV