Prostituzione al night: licenza sospesa con conseguente chiusura temporanea per i locali

night club 1' di lettura Senigallia 24/12/2013 - Sospesa la licenza, con relativa chiusura temporanea, per quindici giorni ai gestori dei night club 'Monella' e 'Snoopy' e della discoteca Mamamia di Senigallia e del night club 'Bambola' di Montemarciano.

I Carabinieri della compagnia di Senigallia, impegnati nelle indagini sul giro di prostituzione nei night club, la vigilia di Natale hanno notificato ai gestori dei locali coinvolti nell'inchiesta in cui sono stati coinvolti quattordici calciatori di serie A e B, il provvedimento di sospensione per 15 giorni della licenza comunale.

I provvedimenti, emessi dal Questore di Ancona su specifica proposta presentata dalla Compagnia Carabinieri di Senigallia per la 'salvaguardia di un’imprescindibile, urgente ed improrogabile tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica gravemente pregiudicati dalle frequentazioni e dalle vicende penalmente rilevanti che si sono verificate all’interno', saranno validi dalla mezzanotte di martedì 24 dicembre 2013 alla mezzanotte del 7 gennaio 2014. Nel caso del Mamamia, però, la decisione rientra solo nelle misure di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. I titolari della discoteca sono infatti estranei ai fatti dell'inchiesta.

Inoltre i provvedimenti di sospensione, notificati ai legali rappresentanti delle società proprietarie dei night club di Senigallia e Montemarciano e della discoteca di Senigallia, comportano la chiusura temporanea (per lo stesso tempo della sospensione della licenza ovvero per 15 giorni) del locale.






Questo è un articolo pubblicato il 24-12-2013 alle 16:54 sul giornale del 27 dicembre 2013 - 9696 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, montemarciano, carabinieri, senigallia, Sudani Alice Scarpini, night club, sospensione della licenza, chiusura temporanea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Wts


Luigi Alberto Weiss

25 dicembre, 10:36
Benissimo! Ma quando in Italia si capirà che la chiusura, anche temporanea, è la sanzione più efficace per chi gestisce un'attività "commerciale"? Non solo night, ma pure bar, ristoranti, tavole calde, pizzerie, supermercati ecc. Altro che multe in denaro che, in fin dei conti, se l'avvocato difensore è abile si riducono a ben poca cosa, mentre gli affari vanno avanti lo stesso.

floriano schiavoni

25 dicembre, 13:43
Non bisogna mai oltrepassare i limiti e non solo se imposti dalla legge.
Diversi alunni, in più occasioni, mi hanno riferito che in alcuni locali si va oltre.
Dispiace, in ogni caso, per chi ci lavora onestamente.

gek Utente Vip

27 dicembre, 01:56
come logico in italia rompere le balle a chi lavora e paga tasse,
mentre dove c'è lo sfruttamento vero della prostituzione, cioe di fronte ai locali stessi, in srtrada, non interviene nessuno.

Luigi Alberto Weiss

27 dicembre, 08:57
Il signor Gek ha un originale e preoccupante concetto della legalità. Basta che tutto avvenga nel chiuso di un qualche locale e "tutto va bene, madama la marchesa". Complimenti!

Chiusura del Mamamia in quanto, pur essendo estraneo alla vicenda, rientra nelle misure di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica?
Ma per aver fatto cosa?
Qualcuno mi può aggiornare su cosa è successo di recente dentro il Mamamia da decretarne la chiusura temporanea?
Non mi si dica per la vicenda dei due giovani, per favore....

fabrizio balzani

29 dicembre, 13:18
il problema non e' solo la prostituzione nei night , ma credo che dietro la prostituzione ci sia spaccio di stupefacenti gioco d'azzardo e usura e alcolismornTutto e' collegato per il semplice motivo che le persone entrano in una spirale che poi le porta a frequentare tutto il resto rnCredo ci siano tante persone esterne ai locali che fanno da PR e da persone che portano clienti e altro rnE' stato ucciso anche un tassista davanti alla Snoopy anni fa , la cosa sorprendente e' che ci sono persone insospettabili dietro a tutto cio'




logoEV
logoEV