Migliaia di euro spariscono da un portavalori, da chiarire le modalità

portavalori 1' di lettura Senigallia 24/12/2013 - Rubati due sacchi contenenti alcune migliaia di euro da furgone portavalori nei pressi del casello dell'autostrada. Ancora molti gli aspetti da chiarire sull'accaduto, avvenuto attorno alle 21 a Senigallia ma denunciato un'ora più tardi a Jesi.

In primo luogo infatti c'è da capire se si sia trattato di una rapina o di un furto. Dai pochi dettagli che i militari di Jesi hanno fornito ai colleghi di Senigallia, soltanto un'ora dopo l'accaduto, le due guardie giurate non avrebbero mai lasciato incustodito il furgone portavalori, che aveva ritirato il denaro a Senigallia, e non si sarebbero accorti di nulla. Proprio per questa ragione hanno sporto denuncia a Jesi, un'ora dopo, quando sono arrivati a destinazione.

Stessi motivi che, secondo i militari di Senigallia, farebbero pensare ad un furto. Ma nessun elemento utile a chiarire quando sia avvenuta la sottrazione dei due sacchi contenenti migliaia di euro, al momento, sarebbe stato trovato. Nessuna traccia neanche dei soldi rubati mentre, poco distante dal luogo dell'accaduto, i militari hanno ritrovato una Fiat Marea, risultata rubata, che era stata notata allontanarsi in tutta fretta da via Bruno al tratto dell'Arceviese dove si trova il casello.

Le indagini sono quindi ancora in corso per chiarire l'esatta dinamica e capire se si è trattato di un furto o di una rapina. Intanto i militari stanno analizzando i filmati delle telecamere del comune posizionate in via Bruno per verificare se possono avere ripreso elementi utili alle indagini.






Questo è un articolo pubblicato il 24-12-2013 alle 15:47 sul giornale del 27 dicembre 2013 - 3064 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, Sudani Alice Scarpini, portavalori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Wtg





logoEV
logoEV