statistiche accessi

x

Montignano: finisce con l'auto contro il muro di una casa, muore un 47enne di Montemarciano

Giuseppe Di Grazia 2' di lettura Senigallia 06/12/2013 - Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il muro di cinta di un'abitazione. Una carambola mortale quella che non ha lasciato scampo ad un 46enne di Montemarciano.

Il tragico incidente si è verificato ieri mattina intorno alle 11.45 a Montignano. A perdere la vita è stato Giuseppe Di Grazia, 46enne originario di Lentini in provincia di Siracusa, residente da tempo al residence “Il Gelso” di Marina di Montemarciano.

L'uomo era alla guida della sua Fiat Punto, di colore bianco, e stava percorrendo via Garibaldi, la strada che da Marzocca sale verso Montignano. Proprio in prossimità della curva che passa sotto al ponte dell'Autostrada, l'uomo ha perso il controllo del veicolo. L'auto è stata vista da alcuni testimoni tirare dritto, a tutta velocità, proprio in curva. La Punto è uscita così di strada finendo la sua corsa schiantata contro il muro di cinta di una villetta. Uno schianto tremendo, il cui boato ha attirato immediatamente l'attenzione dei residenti della zona.

Ad assistere all’incidente sono stati anche numerosi automobilisti che in quel momento si trovavano a transitare lungo l'arteria viaria sempre molto frequentata. Immediatamente sono scattati i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Senigallia insieme ad un'ambulanza del 118 e all'eliambulanza arrivata dall'ospedale di Torrette. I Vigili del Fuoco hanno subito cercato di estrarre l'uomo dall'abitacolo ridotto, nella parte anteriore, un groviglio di lamiere. Subito però i sanitari si sono accorti che per Di Grazia non c'era nulla da far. Il 46enne è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Marzocca che hanno provveduto ai rilievi e alla ricostruzione dell'accaduto.

Una dinamica che non lascerebbe dubbi. Di Grazia, che era solo a bordo dell'auto, ha fatto tutto da solo e fortunatamente nell'incidente non sono rimasti coinvolti altri mezzi né altre persone. Sulle cause che hanno provocato la perdita del controllo della vettura invece le ipotesi sono diverse. L'uomo infatti potrebbe essere stato colto da malore, anche se il tratto di strada caratterizzato da una salita piuttosto accentuata, implica di avere la capacità di premere quantomeno l'acceleratore. Altra ipotesi, che potrebbe spiegare l'incidente, la distrazione o un gesto azzardato che avrebbe fatto venire meno l'attenzione da parte della vittima che dunque non avrebbe affrontato a ridotta velocità la curva.

Maggiori chiarimenti potrebbero arrivare dall'ispezione cadaverica che è stata disposta dall'autorità giudiziaria sul cadavere dell'uomo. La salma di Di Grazia, che viveva da solo a Montemarciano, è stata trasferita all'obitorio dell'ospedale di Senigallia.


da Alice Montagna e Giulia Mancinelli
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2013 alle 20:29 sul giornale del 07 dicembre 2013 - 1659 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, incidente, marzocca, montignano, vigli del fuoco, alice montagna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/VA7





logoEV
logoEV
logoEV