contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Jesi: acquista denaro falso ma non paga, ricattato e minacciato. La polizia arresta i due estorsori

2' di lettura
4309

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


Giovanni Pisani e Gennaro De Stefano
Ricattano e minacciano un uomo della provincia di Ancona che deve pagare il denaro falso acquistato e smerciato. Finiscono così in manette, con l’accusa di estorsione, due giovani napoletani.

A seguito dell’articolata indagine condotta a Quarto Oggiaro (MI) in cui, grazie al prezioso contributo del Commissariato di P.S. di Senigallia, furono arrestati Dallandjshe Gjojdeshi, Davide Prosperi e Fabio Tanca perché trovati in possesso di 50 mila euro in banconote false da 100 euro, il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato senigalliese coordinato dal vice questore aggiunto Maurizio Licari ha ricostruito le modalità di spesa nel territorio del denaro falso. E proprio durante questi accertamenti i poliziotti sono risaliti al responsabile della spendita, soprattutto in negozi di elettronica, del denaro falso sequestrato lo scorso ottobre.

Si tratta proprio dell’uomo, incensurato ed insospettabile seppur nullafacente, della provincia di Ancona che inizialmente ha negato il proprio coinvolgimento nell’attività illecita. Poi, di fronte ai risultati delle indagini condotte dal Commissariato, l’uomo ha ammesso di aver speso il contante falso in diversi negozi. Non solo. L’uomo ha anche ammesso di essere ancora debitore, rispetto ai propri fornitori, di circa 15 mila euro per l’ultima partita di denaro falso fornitagli per la successiva spendita, e che le richieste di pagamento di tale somma erano divenute sempre più pressanti tanto da essere divenute ormai vere e proprie minacce alla sua incolumità fisica.

Dalle successive ed approfondite indagini i poliziotti, seguendo i movimenti dei due napoletani individuati come i responsabili delle minacce, sono arrivati fino alla stazione di Jesi dove martedì 19 sarebbe avvenuto il pagamento da parte dell’uomo della somma dovuta.

All’incontro si sono quindi presentati anche gli uomini del Commissariato che, dopo aver osservato tutta la scena della consegna della busta con il denaro, hanno tratto in arresto Giovanni Pisani di 27 anni e Gennaro De Stefano di 25 anni. I due, accusati di estorsione, sono stati pertanto accompagnati nel carcere di Montacuto dove si trovano tuttora. Venerdì infatti il Gip ha convalidato l’arresto dei due napoletani e stabilito la misura della custodia in carcere per entrambi.



... maurizio licari
... Giovanni Pisani
... Gennaro De Stefano


Giovanni Pisani e Gennaro De Stefano

Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2013 alle 16:01 sul giornale del 25 novembre 2013 - 4309 letture