x

Montemarciano: mensa scolastica, l'Amministrazione dice 'no' ai partiti nel Comitato

mensa generico 2' di lettura 05/11/2013 - Apprendiamo che il Consigliere Grilli – che evidentemente non ha ben chiaro cosa debbano fare i membri del Consiglio – ha proposto che i compiti del Comitato Mensa siano estesi proprio ai Consiglieri comunali.

In un intervento su di un social network ha infatti dichiarato che vorrebbe che detti compiti, svolti con abnegazione e imparzialità dai genitori che fanno parte del Comitato Mensa, siano estesi anche a componenti politiche, dichiarandosi pronto ad essere il primo dei Consiglieri a sedersi a tavola.

E’ quantomeno curioso che il Grilli genitore non abbia mai chiesto di far parte del Comitato Mensa (pur avendone i requisiti) e che ora lo chieda in veste di Consigliere: se fosse uno scherzo si potrebbe giocare sull’antico detto secondo cui la politica è tutta un magna magna. Invece uno scherzo non è e quindi anche a una proposta che si commenterebbe da sé va data risposta. E la risposta è non può essere che una: l’Amministrazione comunale di Montemarciano è totalmente contraria a politicizzare in alcuna forma e in alcun modo il Comitato Mensa, da sempre composto esclusivamente dai genitori dei bambini che usufruiscono del servizio di refezione scolastica che ne facciano richiesta. Il nostro totale disinteresse alla lottizzazione, a ogni lottizzazione, ed anzi la nostra assoluta contrarietà a queste forme di bassa politica sono assicurati con i fatti: ad esempio con l’autonomia che abbiamo sempre garantito a questo organismo. Sempre con assoluta correttezza e sempre nell’esclusivo interesse degli oltre 400 bambini che nel nostro Comune quotidianamente si avvalgono del servizio di refezione scolastica.

All’Amministrazione sta a cuore il benessere dei bambini e dei ragazzi che usufruiscono del servizio mensa. Per questo affrontiamo sempre con la dovuta serietà – altro che pressappochismo – ogni problema che insorge: come recentemente accaduto, convocando congiuntamente all’Istituto Comprensivo un’assemblea pubblica. E per questo ci rassicurano, e soprattutto rassicurano le famiglie, le ispezioni dei Nas, le verifiche dell’Asur e i controlli effettuati da una ditta esterna: perché non abbiamo nulla da nascondere.

Abbiamo un servizio di refezione scolastica degno sotto ogni punto di vista: igienico, sanitario, alimentare ed economico, come certificato dai periodici sopralluoghi degli organismi preposti. Probabilmente migliorabile, come ogni cosa: ma certamente all’altezza del delicato compito che espleta. Esiste un Comitato Mensa scrupoloso e autonomo, che ci sprona a migliorarci senza sudditanza e senza ammiccamenti: e ci va bene così. Perché a questa Amministrazione non spaventa, anzi inorgoglisce, confrontarsi con un organismo volontario, indipendente e libero. Che tale deve restare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2013 alle 16:39 sul giornale del 06 novembre 2013 - 1043 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, politica, Comune di Montemarciano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/T22





logoEV
logoEV