Corinaldo: ha travolto e ucciso Francesco, il muratore ubriaco era senza patente

Carabinieri di notte 2' di lettura 11/09/2013 - Oltre che ubriaco era anche senza patente. Si aggrava sempre di puiù la posizione di O. T., il muratore 35enne, che martedì sera ha travolto e ucciso con il suo autocarro Francesco Saccinto, il 15enne che viaggiava in sella al suo motorino in via degli Olmi Grandi.

Il muratore, anche lui di Corinaldo e conosciuto in città anche per l'attività edilizia dell'azienda di famiglia, subito dopo il tragico schianto che ha ucciso sul colpo Francesco, è stato sottoposto all'alcotest risultando positivo. Il tasso alcolemico è risultato pari a 2.4, cinque volte superiore al limite di legge. Ma non solo. Come se non bastasse O. T. era alla guida del furgone Iveco senza patente che gli era già stata ritirata per guida in stato di ebbrezza. L'operaio, illeso, subito dopo l'incidente è stato arrestato con l'accusa di omicidio colposo e si trova ora agli arresti domiciliari.

Proprio le condizioni di guida dell'operaio sarebbero la causa dell'improvviso sbandamento dell'autocarro che ha invaso la corsia opposta travolgendo Francesco che fatalmente, in quel momento, stava sopraggiungendo lungo la carreggiata opposta dirigendosi verso Monterado dove dove trascorrere la serata in compagnia di amici. Il 15enne è stato sbalzato violentemente a terra, diversi metri oltre la carreggiata, finendo nel giardino di un'abitazione mentre il furgone ha finito la sua corsa in un campo. Come confermato dalla ricognizione cadaverica eseguita sul corpo del giovane, Francesco sarebbe morto a causa di una grave emorragia interna.

L'assurda morte di Francesco che poteva e doveva essere evitata, visti i provvedimenti già a carico del muratore, hanno sollevata la rabbia non solo di tutto il paese ma anche dell'opinione pubblica. Nessuno può darsi pace per la morte di un giovane avvenuta in circostanze simili.






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2013 alle 18:42 sul giornale del 12 settembre 2013 - 11388 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, carabinieri, corinaldo, pesaro, francesco saccinto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RCl


Agostino Venanzi

11 settembre, 19:10
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Angelo D.

11 settembre, 21:32
Mi associo al commento di Agostino.
Purtroppo in questo schifo di paese, ho paura che non si farà neanche un giorno di galera.

Agostino Venanzi

12 settembre, 00:56
Commento sconsigliato, leggilo comunque

libero

12 settembre, 07:13
fortunatamente , dopo l' impatto è andato fuori strada ,altrimenti
ancora non si sapeva neanche chi era stato !!

LUIGINO ROMAGNOLI

12 settembre, 11:02
PROCESSO AL PIU' PRESTO CON LA SPERANZA CHE VENGA CONDANNATO E MESSO IN CARCERE E PER MOLTISSIMI ANNI.




logoEV