statistiche accessi

x

Calcio Uisp: C11 Senigallia - Cesanella Calcio, la squadra da battere?

cesanella calcio uisp 3' di lettura Senigallia 05/09/2013 - Rischia di entrare nella serie B Uisp con il passo di un elefante in una cristalleria. La Cesanella, che sino ad ora aveva abbinato il proprio nome unicamente al calcio a 8, è finalmente una nuova splendida realtà del calcio a 11 senigalliese.

Una realtà fatta di nomi importanti ai quali la categoria non è abituata, che partirà con gli inevitabili favori del pronostico, con tutti gli occhi degli addetti ai lavori puntati ma anche con la consapevolezza di doverla conquistare sul campo, la promozione. Il presidente Alessandro Brunelli, che poco più di un anno fa si cuciva al petto il tricolore con la maglia del Real Vallone, ha allestito infatti un autentico "dream team", una Ferrari che spetterà a mister Roberto Montesi, più conosciuto come Poppi, guidare sui campi dell'aziendale verso la serie A.

Al nuovo mister, le pressioni però non spaventano affatto: "Diciamo - esordisce - che ancora non conosco tutti i ragazzi, piano piano li scoprirò, anche se so bene che ho a disposizione un organico costruito per vincere; il progetto Cesanella Calcio ha per obiettivo la serie A, da raggiungere direttamente o magari passando per i play-off. Ma comunque raggiungerla! Per poi tentare la scalata... " Poppi chiude così l'esperienza con la Capanna: "Il rapporto si è chiuso rimanendo in ottimi rapporti con tutti, con la Uisp Capanna mi ero prefissato l'obiettivo di raggiungere qualcosa nel giro di due anni, ed in effetti abbiamo ottenuto due finali di coppa, purtroppo perse entrambe. Fare di più sarebbe stato difficile, ed allora ho accettato la proposta della Cesanella, con nuovi stimoli ed un nuovo campionato, la serie B, che conosco poco". - Si parla di voi e del Real Cesano come le possibili fuggitive in testa alla classifica. Ci credi?

"Non credo - prosegue - che il campionato si risolva in una fuga a due, tutte le partite vanno giocate ed, al di là dei nomi, molto conteranno gli stimoli. Noi non ci nascondiamo di certo, del Real Cesano mi hanno parlato bene, ma ad esempio so per certo che la Montignanese si è ulteriormente rinforzata dopo l'ottimo campionato della stagione scorsa, il Panelli certamente vorrà tornare subito in A. Certo, se noi giocheremo come sappiamo fare..." Sarà una squadra indigena, quella della Cesanella, composta quasi per intero da giocatori del popoloso quartiere a nord di Senigallia. A difendere i pali sarà Filippo Durazzi (lo scorso anno all'Atletico Ripe), il gruppo più numeroso è quello proveniente dal Roncitelli, composto dai difensori Luca Manizza ed Enrico Barucca (con licenza di segnare), dal centrocampista Michele Contini, dal bomber Michele Bigelli e dall'eclettico Mirko Casavecchia. Dal Borgo Molino sono arrivate le geometrie e l'esperienza di Andrea Gasparini, la solidità difensiva di Simone Fabbri ed i gol di Mattia Brugiatelli.

A completare il quadro, il cannoniere del calcio a 8 Lorenzo Tassi, il dinamismo dell'ex Atletico Ripe e Brugnetto Francesco Tarsi e la cerniera difensiva tutta di provenienza Senigallia Calcio composta da Nicolò Durazzi e Michele Bacchiocchi. Senza dimenticare che anche il presidente Brunelli non rinuncerà ad indossare gli scarpini... La squadra si allena e giocherà le gare interne al Vallone, anche se la dirigenza avrebbe preferito il vicino campo di Cesano (soluzione non praticabile perchè precedentemente adottata già dalla Marina e dal Panelli). Le basi per un gruppo che si propone di raggiungere la serie A subito, per poi tentare l'ascesa ai vertici del calcio amatoriale senigalliese, partono da qui. Scusate se è poco...








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2013 alle 21:22 sul giornale del 06 settembre 2013 - 1784 letture

In questo articolo si parla di attualità, uisp, sport, calcio, d'altro calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/RnF





logoEV
logoEV
logoEV