contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ECONOMIA
comunicato stampa

Manutencoop: 'Il Comune ci deve oltre 750 mila euro per il servizio di raccolta rifiuti'

2' di lettura
1703
da Manutencoop Servizi Ambientali

raccolta rifiuti
Apprendiamo dalla stampa dell’intenzione del Comune di Senigallia di opporsi al decreto ingiuntivo con cui il Tribunale intima all’Amministrazione Comunale il pagamento di oltre 750.000 euro (oltre Iva) dovuti a Manutencoop Servizi Ambientali per il servizio di raccolta e trasporto rifiuti svolto negli anni passati.

Precisiamo, innanzitutto, che l’importo citato fa riferimento solo a una parte dei crediti: il Comune di Senigallia deve a Manutencoop Servizi Ambientali oltre 1.600.000 euro (esclusi interessi e rivalutazioni) oggetto di ulteriori azioni giudiziali. Si tratta dell’ammontare dovuto per maggiori utenze servite, maggiori prelievi/conferimenti effettuati (rispetto a quelli previsti contrattualmente) e ulteriori servizi aggiuntivi svolti nel corso del contratto e mai pagato dal Comune.

Sul merito della vicenda, vale la pena ricordarlo, si è già espresso un collegio arbitrale il quale ha, sostanzialmente, attestato, anche attraverso una perizia tecnica, che gli importi richiesti sono legittimi e che l’obbligo di corrispondere a Manutencoop i corrispettivi per le prestazioni effettuate grava direttamente sui Comuni interessati e non sul Consorzio Cir 33. Il Consorzio, per conto dei Comuni aderenti, aveva esclusivamente sottoscritto il contratto di servizio ed era solo tenuto a verificare l’effettivo svolgimento delle attività in conformità con quanto prescritto contrattualmente.

Stabilito che la richiesta è legittima e che il Comune di Senigallia è il soggetto che, correttamente, deve pagare, da un lato, ci stupisce la scelta, ancorchè legittima, di proporre opposizione, dall’altro ci riempiono di sdegno le affermazioni del Sindaco Maurizio Mangialardi riportate dalla stampa.
Troviamo vergognoso che il primo cittadino di una città, certamente ben a conoscenza dei fatti citati, possa ritenere “giusto” non pagare un fornitore per un servizio fruito. Riteniamo ancor più indegno per la carica ricoperta che possa fare questo adducendo giustificazioni banali come “il Comune non ha firmato contratti”. E’ noto a tutti e documentato che il Consorzio Cir 33 ha sottoscritto il contratto di servizio per conto anche del Comune di Senigallia che, in forza di questo, riceveva puntualmente le relative fatture.

Manutencoop Servizi Ambientali, prima di agire per via giudiziale, ha percorso tutte le strade possibili per arrivare ad una risoluzione bonaria della vertenza con tutti i Comuni del Cir 33 coinvolti: lo dimostra il fatto che, ad esempio, con l’Amministrazione di Serra de’ Conti si è raggiunto un positivo accordo transattivo soddisfacente per entrambe le parti.

Evidentemente il Comune di Senigallia ha preferito adottare un atteggiamento “più furbo”. Con buona pace dell’aggravio di costi che ricadrà, inevitabilmente, sulle già provate casse comunali e, conseguentemente, sui cittadini tutti.



raccolta rifiuti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2013 alle 14:34 sul giornale del 18 giugno 2013 - 1703 letture