Cicconi Massi: 'Pd, Sel e Vivi Senigallia contro la riduzione dei canoni commerciali'

alessandro cicconi massi 3' di lettura Senigallia 31/05/2013 - Non posso che esprimere profonda tristezza e rammarico per come si sia svolto il dibattito relativo alla mozione presentata dal sottoscritto e dai colleghi del gruppo consiliare PPE – PDL durante l’ultimo consiglio comunale.

Una mozione finalizzata ad introdurre nella nostra città un abbattimento dell’aliquota dell’IMU in favore di tutti quei proprietari di immobili a destinazione commerciale o artigianale dati in locazione nel caso in cui venisse adottata una sensibile riduzione del canone di locazione degli stessi. Una proposta di buon senso, tecnicamente regolare dal punto di vista formale e finalizzata a ridurre da una parte la pressione fiscale per i proprietari di immobili dati in locazione, ma sopratutto con l’ambizioso obiettivo di ridare un po’ di ossigeno agli esercenti di piccole attività commerciali ed artigianali della nostra città, che molto spesso sono tenuti a pagare affitti molto elevati.

E’ sempre più ricorrente la drammatica situazione di mancati pagamenti di affitti, con ritardi di molti mesi, di reiterate insolvenze o autoriduzioni di canoni di locazione, il tutto con il reale rischio di sfratti o la tragica decisione di chiudere le attività. Basta guardare le strade del centro storico o le aree artigianali della città ed accorgersi dei numerosi immobili sfitti. In questo senso la proposta avanzata dal nostro gruppo, avrebbe in qualche modo aiutato le attività commerciali e produttive, che oggi, seppur con molte difficoltà rappresentano un punto di riferimento fondamentale nella struttura sociale ed economica della nostra città garantendo lavoro e sviluppo. Ebbene, innanzi a ciò, i gruppi politici della maggioranza, PD, SEL e Vivi Senigallia, hanno espresso il loro favore nel merito della proposta, valutandola come una idea positiva per lo sviluppo e la ripartenza dell’economia della città. Fino a qui tutto bene, ma dopo questa dichiarazione di principio, arrampicandosi sugli specchi, con una enorme dose di politichese, assolutamente inaccettabile, hanno deciso impunemente di bocciare la nostra proposta. Una bocciatura che ha il sapore della mera discriminazione politica. Il problema sollevato è reale, la proposta è tecnicamente fattibile, l’idea è buona, purtroppo viene avanzata da un partito che sta all’opposizione, nella fattispecie il tanto odiato PDL ed allora va bocciata, rigettata e magari un domani ripresentata come farina del proprio sacco.

Ed ecco che alla fine del dibattito kafkiano tenutosi nell’aula del consiglio, 17 consiglieri di PD, SEL e ViviSenigallia hanno deciso di sacrificare la nostra proposta sull’altare della politica politicante, respingendo la mozione, con motivazioni inesistenti e strumentali. Un fatto grave compiuto ai danni dei commercianti ed artigiani di senigallia, che non potranno beneficiare della riduzione dei canoni di locazione. Il nostro gruppo innanzi a tale e tanta ottusità politica ha comunque deciso di continuare in questa battaglia. Abbiamo infatti deciso di ripresentare la proposta in sede di commissione bilancio del consiglio comunale, al fine di togliere i pretesti addotti dalla maggioranza e di discutere ancora nel merito la mozione in vista della predisposizione del bilancio di previsione 2013.


da Alessandro Cicconi Massi
consigliere comunale Pdl




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2013 alle 11:18 sul giornale del 01 giugno 2013 - 1654 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/NCT