statistiche accessi

Ecco la Notte dei Musei edizione 2013

museo mezzadria 2' di lettura Senigallia 16/05/2013 - Anche quest’anno il Comune di Senigallia ha deciso di aprire le porte dei propri luoghi storici aderendo alla ormai tradizionale Notte dei Musei edizione 2013 che si svolgerà sabato 18 maggio dalle ore 21.00 alle ore 24.00, offrendo una preziosa opportunità di riscoprire monumenti, musei e luoghi di produzione culturale.

Organizzata nella stessa data in 39 paesi di tutta Europa e posta sotto l’alto Patronato del Consiglio d’Europa e dell’Unesco, l’evento unisce, dalle grandi città ai piccoli centri, l’Europa delle culture. Una proposta culturale di grande qualità che coinvolge a Senigallia il Musinf, il Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi”, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Diocesi, l'Archeoclub e il circuito Happy Museum. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

La notte potrà dunque iniziare da una visita ai musei cittadini a partire dalla Rocca Roveresca, proseguendo all'Area Archeologica e Museo La Fenice per concludere alla Pinacoteca Diocesana e al Museo Pio IX a Palazzo Mastai. Alla Rocca Roveresca inaugurazione alle ore 19.00 della Mostra delle acquisizioni recenti dell'Archivio della Fotografia Stenopeica a cura del Musinf. La mostra sarà visitabile fino al 31 maggio tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30. L'inaugurazione sarà preceduta da un incontro sulla Fotografia Stenopeica alle ore 15.00 sempre alla Rocca Roveresca. Senigallia è ormai considerata un punto di riferimento della fotografia stenopeica: numerose sono infatti le mostre nazionali di questa tecnica fotografica organizzate in questi anni, cui si aggiunge l’Archivio nazionale di fotografia stenopeica ospitato presso il Museo d’Arte Moderna.

Al Museo di Storia della Mezzadria "Sergio Anselmi" sarà la musica a fare del Museo “un luogo in divenire”, capace di creare un legame tra la storia e le nuove generazioni, con uno spettacolo in tre tempi avente per tema “La storia”. Dalle ore 19.30 gli ambienti del Museo si riempiranno delle note dei musicisti del complesso NonCantoperCantare che, da soli o accompagnando la voce di Antonella Vento, legheranno la loro musica alla storia degli oggetti del Museo, per una visita molto speciale. Successivamente i canti popolari marchigiani raccolti nel 1965 dal poeta dialettale senigalliese Nicola Leoni ed eseguiti dal complesso NonCantoperCantare faranno fare un salto nel passato, nel mondo ironico e malizioso di un tempo lontano. Infine le canzoni dagli anni Cinquanta agli anni Settanta faranno ripercorrere la storia della canzone da quando si ascoltava solo la radio alla diffusione dei juke-box, dei festival di San Remo, della televisione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2013 alle 18:41 sul giornale del 17 maggio 2013 - 1192 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, museo mezzadria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/M4D





logoEV
logoEV