statistiche accessi

Arcevia: anche Mangialardi ed i sindaci del territorio a difesa della Potes

Maurizio Mangialardi 2' di lettura 03/05/2013 - Il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi ha scritto al suo collega di Arcevia Andrea Bomprezzi in qualità di presidente della conferenza dei sindaci per esprimere vicinanza nella battaglia per mantenere la Potes ad Arcevia. Solidarietà ad Arcevia anche dai sindaci di Serra de' Conti, Barbara e Castelleone di Suasa.

Caro Andrea, ho letto il documento trasmesso ai componenti la Commissione Sanità della Regione Marche e le dichiarazioni che hai rilasciato agli organi di informazione sulla proposta di riorganizzazione della rete territoriale di soccorso. Una proposta che prevedrebbe la soppressione della Potes con mezzo di soccorso avanzato ad Arcevia.

Ti assicuro di condividere la posizione che hai preso a tutela della comunità da te amministrata, posizione che abbiamo condiviso e sostenuto in tutte le occasioni in cui l'ex Conferenza dei Sindaci dei Comuni della Zona Territoriale n. 4 ha discusso della organizzazione dei servizi sanitari del territorio.

Ricordo la Conferenza del 7 giugno 2010, alta presenza del Direttore Generale dell'ASUR, Piero Ciccarelli e dell'allora Dirigente del Servizio Salute della Regione Marche, Carmine Ruta. In quella occasione discutemmo le Linee di indirizzo per quello che sarebbe stato il futuro Direttore di Zona al quale affidammo il compito di farsi carico della ultimazione della Casa della Salute di Arcevía e della riqualificazione e riflessione sulle POTES.

Una posizione ribadita il successivo 30 maggio di nuovo alla Conferenza dei Sindaci allorché discutemmo nuovamente dei servizi sanitari e del mantenimento della POTES ad Arcevía. Una posizione quella presa da te e dalla Conferenza dei Sindaci per nulla egoistica e campanilistica, ma basata sul fatto che tra le tredici zone ìu cui è organizzata l'ASUR, la zona territoriale n. 4 era l'unica ad aver riorganizzato i presidi ospedalieri trasformandoli in RSA o Ospedale di Comunità - Casa della Salute come accaduto nel tuo Comune.

In altre parole abbiamo sottolineato sempre e con determinazione che questo nostro territorio si era adeguato, prima degli altri delle Marche, alle linee di indirizzo regionali per l'organizzazione ospedaliera. Ecco perché ritengo di dover condividere le preoccupazioni da te espresse e sostenere la richiesta dì mantenimento della POTES ad Arcevia.

Le ragioni e le argomentazioni da te addotte e la storia di quanto avvenuto in questo territorio sono documentabili e reali. Dunque non solo la mia vicinanza alla comunità arceviese, ma l'impegno a farmi parte attiva verso l'Assessore Mezzolani e il Direttore Ciccarelli affinché le ragioni e le argomentazioni da te illustrate siano valutate e condivise dalla Giunta regionale e venga mantenuto un efficiente presidio territoriale di soccorso che preveda la presenza del mezzo con medico a bordo.


da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2013 alle 10:56 sul giornale del 04 maggio 2013 - 1010 letture

In questo articolo si parla di arcevia, maurizio mangialardi, politica, andrea bomprezzi, sindaco, potes

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Mun





logoEV
logoEV
logoEV