contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Alla Chiesa di San Giuseppe Lavoratore la 'Preghiera per il lavoro'

2' di lettura
1708
dalla Diocesi di Senigallia
www.diocesisenigallia.it

giuseppe orlandoni
“In questo nostro tempo così complesso, segnato da una preoccupante crisi economica e occupazionale, sentiamo il bisogno di alimentare la speranza”. Così inizia la lettera invito del vescovo mons. Giuseppe Orlandoni per un momento di preghiera in occasione della festa del lavoro del prossimo 1 maggio.

L’appuntamento è per martedì 30 aprile alle ore 21.00 presso la Chiesa di San Giuseppe Lavoratore a Cesanella di Senigallia.

Continua il Vescovo: “Vogliamo insieme pregare perché il lavoro, in quanto diritto fondamentale dell’uomo, sia accessibile a tutti e sia sempre rispettoso della dignità di ogni persona, venga vissuto da parte di ognuno con responsabilità e con solidarietà, e sia per tutti sorgente di speranza. Vogliamo pregare perché di fronte ai molti problemi delle imprese non ci si scoraggi e non ci si chiuda nella difesa degli interessi personali o di gruppo, ma si rinnovi l’impegno nell’affrontarli insieme e per il bene di tutti. Vogliamo chiedere al Signore la grazia di risvegliare in noi, nei lavoratori, nei datori di lavoro, nelle istituzioni attenzione e solidarietà per le tante situazioni di difficoltà, di disagio, di fatica e di sofferenza”.

La festa di S. Giuseppe lavoratore del 1 maggio invita ad affidare problemi e gioie, delusioni e speranze, luci e ombre del mondo del lavoro a Gesù, figlio del carpentiere, a sua Madre Maria, a San Giuseppe, perché aiutino tutti a considerare reale progresso solo ciò che aiuta ogni persona a scoprire e a vivere la ricchezza dell’esistenza umana, a divenire sempre più apertura accogliente e solidale verso tutti.
Conclude il Vescovo: “Affidiamo soprattutto le famiglie che stanno soffrendo per mancanza di lavoro o che, per i ritmi lavorativi, non riescono a vivere adeguatamente la loro stupenda missione indispensabile per la società ma poco valutata se non ostacolata dalla medesima società”.



giuseppe orlandoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2013 alle 16:21 sul giornale del 29 aprile 2013 - 1708 letture

All'articolo è associato un evento