contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Notte brava per un gruppo di baby-velisti: gettano un bagno chimico nel porto

2' di lettura
2940

porto senigallia
Notte brava per un gruppo di giovani atleti trasformatisi in baby gang. Hanno ecceduto, forse presi dall'euforia di trascorrere un week end lontano da casa, e così quella che doveva essere una serata di “ritiro” prima di una importante regata si è trasformata in una notte di bagordi degenerata in atti vandalici.

È successo nella notte tra mercoledì e giovedì. Protagonisti della “notte da leoni” un gruppo di ragazzini, quasi tutti minorenne, che erano a Senigallia per partecipare all'Italia Cup Laser, una regata iniziata ieri e che proseguirà per tutto il week end fino a domenica, organizzata dalla Lega Navale e dal Club Nautico. Alla regata stanno partecipando circa 350 velisti, tra cui anche alcuni giovanissimi, per un totale di almeno un migliaio di partecipanti tra staff, accompagnatori ed entourage vario.

Fra questi però l'altra sera un gruppetto di ragazzini ha decisamente perso la bussola. Usciti per trascorrere qualche ora fuori dopo cena, sembrerebbe che il gruppetto, composto da sei ragazzini minorenni e da un maggiorenne, abbiamo anche bevuto. Non a caso ad un certo punto della serata erano già stati segnalati alle forze dell'ordine degli schiamazzi e dei bagordi nella zona tra il centro storico e il lungomare Marconi. La baby gang dopo essersi divertita a schiamazzare per le vie del centro si sarebbe diretta verso la zona del porto. E qui il clou delle bravate notturne. Il gruppo, dopo essersi impossessato di uno dei bagni chimici installati nella zona, lo hanno trascinato fino alla zona antistante il Club Nautico.

Ad un certo punto hanno pensato bene di scaraventare il bagno chimico direttamente nel porto. Il caos e il baccano provocato dalla gang non è passato inosservato ai residenti e ad alcuni che si trovavano nella zona che hanno allertato le forze dell'ordine intorno alle 2,30 di notte. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno dovuto lavorare per recuperare l'abitacolo. Ma non solo. Al posto sono arrivati anche gli agenti del Commissariato di Polizia che in poco tempo hanno fermato e identificato tutti e sette i ragazzi coinvolti nell'atto vandalico. Si tratta di sei minorenni e di un maggiorenne provenienti da Milano e dalla Sardegna.

Subito sono stati contattati i loro accompagnatori cui sono stati riaffidati non dopo però una sonora lavata di testa. Ma non solo. Il ragazzo maggiorenne, A.K., di Milano, è stato denunciato per danneggiamento.



porto senigallia

Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2013 alle 23:56 sul giornale del 26 aprile 2013 - 2940 letture