contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
articolo

Mangialardi al giro di boa: 'Abbiamo salvato la città di tutti'. Il futuro però è incerto

3' di lettura
1787

Mille giorni di governo Mangialardi condizionati dalla crisi economica e dai continui tagli al bilancio dal governo. Nel suo report di metà mandato il primo cittadino traccia un bilancio di quello che è stato con lo sguardo però fiducioso per il futuro, nonostante tutto.

Per la prima volta da anni il Comune non ha ancora approvato il bilancio 2013 e sta procedendo con un bilancio provvisorio, che implica scelte economiche anche effettuate di volta in volta, senza un quadro economico chiaro. Una situazione di incertezza con cui il governo Mangialardi ha dovuto confrontarsi fin dall'insediamento nel 2010.

“Quando abbiamo ricevuto il mandato popolare per governare la nostra città, la crisi economica faceva sentire già i primi effetti e l’obiettivo di preservare la città di tutti è stato pienamente realizzato comunque -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- La città di tutti ha voluto dire innanzitutto potenziare i servizi alla persona per sostenere chi non ce la fa. Abbiamo confermato i tirocini formativi e di orientamento con borse lavoro finanziati con il fondo di solidarietà per chi ha perso il lavoro a causa della crisi. La città di tutti ha voluto dire ad esempio destinare ad orti sociali 60 piccoli appezzamenti di terreno a beneficio di pensionati o persone in difficoltà”.

Servizi alla persona e turismo sono stati gli unici settori che il Comune ha sempre inteso preservare dai tagli, anche se nel 2013 qualcosa potrebbe cambiare. “La città di tutti ha voluto dire tutelare la salute come diritto essenziale dei cittadini, salvaguardando la qualità dei servizi e l’eccellenza del nostro Ospedale di rete pur nel mutato quadro normativo regionale e in un’ottica di area vasta -aggiunge il sindaco- con la tassa di soggiorno siamo riusciti a preservare i grandi eventi e mostre come il Caterraduno, il Summer Jamboree e gli eventi espositivi dedicati alla Madonna di Senigallia e a Giacomelli e che nel 2012 è continuato con le Mostre dedicate al nostro concittadino Carlo Cesarini. La nostra offerta turistica, nonostante la crisi, ha sempre registrato il segno positivo dal 2010, in controtendenza rispetto ad alle altre località turistiche della nostra Regione”.

In materia urbanistica il primo cittadino ricorda la variante al prg per la trasformazione di aree edificabili a terreni agricoli o a verde privato non edificabile applicando così il principio del consumo zero del territorio. In quanto al futuro, sempre più incerto a causa dei tagli che solo nel 2013 saranno di altri 6,5 milioni di euro, poche sono le certezze. Sul fronte del problema casa, è stato sottoscritto con l'Erap un protocollo per la vendita di un'area di proprietà comunale in via Capanna destinata alla realizzazione di alloggi popolari.

Per l'estate 2013, oltre agli eventi consolidati, verrà allestita una mostra dedicata ai Della Rovere. Due i grandi nodi, che finalmente sono stati sciolti, per cui il Comune è chiamato a indicare nuove strade: l'area del Navalmeccanico, finalmente sgomberata dopo 30 anni, e la Rotonda, da ridefinire nel suo utilizzo dopo il venir meno dei vincoli imposti dall'Unione Europea.





Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2013 alle 22:19 sul giornale del 24 aprile 2013 - 1787 letture