contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

A scuola di cooperazione con la Cooperativa Casa della Gioventù

2' di lettura
723

da Cooperativa Casa della Gioventù
www.casadellagioventu.it



 


All’interno del progetto Crescere nella Cooperazione, le classi quarte e quinte della Scuola Primaria Santa Maria Goretti di Corinaldo hanno incontrato i rappresentanti della Cooperativa Casa della Gioventù.

Il progetto educativo della Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo è realizzato con il patrocinio della Regione Marche e dell’Università degli studi di Urbino e con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico regionale per le Marche e di Confcooperative Marche. Le due classi hanno costituto 2 cooperative scolastiche, rispettivamente la cooperativa “Imprendiscuole” e “La carica dei 40”, hanno eletto un rappresentante, un consiglio d’amministrazione, un tesoriere, insomma una cooperativa vera e propria.

E’ stata un’occasione importante per presentare la realtà della Cooperativa Casa della Gioventù attiva sul territorio da oltre 25 anni, una realtà del privato sociale non profit che opera a Senigallia e nei comuni di Ostra, Corinaldo, Chiaravalle, Mondavio e altre zone limitrofe. Uno dei concetti fondamentali che la contraddistingue è quello di perseguire l’interesse generale della comunità offrendo servizi rivolti a: persone disabili, grazie alla presenza di centri diurni e residenziali che realizzano percorsi educativi di autopromozione e integrazione sociale; minori con disagio familiare o sociale accolti in comunità educativa o nel centro pomeridiano, per “custodire” e sostenere la loro voglia e capacità di crescere; persone con disagio mentale offrendo loro “sollievo”; primissima infanzia, curando la crescita e lo sviluppo all’interno degli asili nido.

La cooperativa dà lavoro a più di 130 soci e rivolge la sua attività a oltre 500 persone tra utenti e loro familiari. A Corinaldo la Cooperativa gestisce la Casa Protetta, una comunità per soggetti con grave disabilità, dall’incontro è nato il progetto di collaborazione attiva che vedrà a partire dal mese di aprile la presenza di alunni presso la Casa Protetta per realizzare oggetti laboratoriali durante l’attività con gli ospiti della comunità. I bambini porteranno a casa le loro originali creazioni, inoltre verranno realizzati oggetti da donare alla Scuola dell’Aquila a cui il progetto della Scuola Santa Maria Goretti è finalizzato, la raccolta fondi per una scuola dell’Aquila che ha subito gravi danni in seguito al terremoto. Il progetto della Scuola si concluderà infatti con la visita in Abruzzo il 14 maggio.

Un momento delicato e importante per parlare di disabilità con i bambini della scuola elementare, cercando di spiegare e affrontare alcune tematiche, lasciando spazio alle loro emozioni, nell’ottica che solo a partire dalla conoscenza si possono superare paure e resistenze.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2013 alle 18:32 sul giornale del 09 aprile 2013 - 723 letture