statistiche accessi

x

Si presenta in ospedale con un trauma cranico e muore: giallo sul decesso di un peruviano

ospedale di senigallia 1' di lettura Senigallia 13/03/2013 - E' giallo sulle cause che hanno provocato il forte trauma cranico con cui un 46enne originario del Perù, ma residente da anni a Senigallia e sposato con una farmacista, si è presentato l'altro giorno al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Senigallia.

L'uomo, Hernan Guillermo Velluttini Del Rio, è arrivato da solo in ospedale domenica mattina lamentando un forte mal di testa. Subito i medici hanno capito che in realtà c'era qualcosa di più grave. Fin dai primi accertamenti i sanitari hanno riscontrato all'uomo un forte trauma cranico tanto da indurli a disporne il ricovero d'urgenza. Poco dopo l'uomo avrebbe perso i sensi entrando in coma.

Ricoverato nel reparto di rianimazione, le condizioni del peruviano si sono via via aggravate sempre di più fino ad arrivare al decesso avvenuto lunedì scorso. Sulla vicenda la Procura ha aperto un'indagine per fare chiarezza sulle cause che hanno provocato il trauma cranico. Quando l'uomo è arrivato al pronto soccorso infatti avrebbe dichiarato di essersi procurato da solo la ferita a seguito di una caduta accidentale. Una versione che però non convince nè i sanitari nè gli investigatori.

A sollevare dubbi sulla versione fornita dalla vittima il fatto che il trauma cranico fosse molto esteso, difficilmente compatibile con una caduta. Inoltre solleva dubbi anche il fatto che l'uomo sia arrivato da solo al Pronto Soccorso, nonostante le gravi condizioni, invece di chiamare il 118. Secondo gli investigatori invece il trauma potrebbe essere stato provocato da un colpo inferto alla testa da un oggetto contundente. A chiarire, forse, il giallo potrebbe essere l'autopsia che sarà eseguita sul corpo dell'uomo.






Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2013 alle 09:10 sul giornale del 14 marzo 2013 - 7715 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, ospedale di senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Kxd