contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

'Noi sicuri': la Confartigianato mette in sicurezza il centro storico

2' di lettura
1385

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


Confartigianato mette in sicurezza le imprese e il centro storico. La microcriminalità degli ultimi tempi preoccupa sia le imprese che i cittadini di Senigallia. Proprio per aiutare le imprese e garantire la sicurezza alla città, Confartigianato ha elaborato il progetto “Noi sicuri”.

Partito venerdì sera con il primo servizio, il progetto mira a difendere le aree produttive in sinergia con il lavoro svolto quotidianamente dalle Forze dell'Ordine. “Il servizio 'Noi Sicuri', che prevede una guardia giurata in divisa e armata che controlla tutto il perimetro del centro storico, è stato creato da Confartigianato Senigallia in sinergia con l'Istituto di Vigilanza 'La Vedetta' sulla base delle esigenze delle attività- dichiara Giacomo Cicconi Massi, segretario della Confartigianato di Senigallia- Non bisogna creare allarmismo ma la paura e la preoccupazione ormai dilagano”.

Trenta attività del centro storico, appartenenti a Confartigianato e coordinate da una rete, potranno ora usufruire di un servizio di prevenzione, che integra e non sostituisce nè ostacola il lavoro delle forze dell'ordine. “Siamo soddisfatti delle adesioni e della validità del progetto, tanto che ci è stato imitato- continua il presidente Giovanni Angelini - In un periodo di particolare difficoltà, in cui i commercianti palesano la paura per gli episodi di microcriminalità, tenere alta l'attenzione è fondamentale. Non solo per i negozianti ma anche per i cittadini che frequentano il centro”.

Centro storico che, quattro giorni la settimana, oltre della presenza della guardia giurata (dotata di un collegamento radiofonico con la centrale operativa) potrà beneficiare di un coordinatore in borghese che funge da collante e riferimento. “La prevenzione è l'elemento principale per arginare la microcriminalità- sottolinea Riccardo Latini, responsabile de 'La Vedetta'- Spesso i malintenzionati svolgono sopralluoghi. Vedere la presenza costante di una guardia giurata può aiutare a far desistere”.

La variabilità di giorni e orari, stabiliti con gli esercenti di volta in volta, permette di rendere il servizio più sicuro e efficiente. Il tutto coordinato attraverso la rete. “Inoltre il contatto diretto con la guardia giurata permette di intervenire con tempestività e richiedere, se necessario -aggiunge Latini- in tempi brevi l'eventuale intervento delle forze dell'ordine”.

Confartigianato attraverso il progetto 'Noi sicuri' vuole quindi garantire ai commercianti la tranquillità ma, allo stesso tempo, chiede agli stessi un atteggiamento adeguato a garantire la sicurezza economica e sociale. Agli aderenti infatti Confartigianato consegnerà un decalogo con le buone prassi. “Questo vuole essere uno strumento di sicurezza utile all'intera città e per questo chiediamo di segnalare sempre alla guardia giurata o alle forze dell'ordine quando si notano cose o persone sospette -conclude Cicconi Massi- Ovviamente il servizio è attivo ma nuovo, può essere sicuramante perfezionabile. Siamo quindi pronti a confronti e collaborazioni”.



... Giacomo Cicconi Massi
... Giovanni Angelini
... Riccardo Latini


Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2013 alle 19:15 sul giornale del 02 marzo 2013 - 1385 letture