contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Disoccupati e precari? Meglio organizzati: apre lo sportello informativo per il bando. Il video

4' di lettura
858
dal C.s.o.a. 1/2 Canaja
www.csoamezzacanaja.noblogs.org

Precari United

Il collettivo Precari United propone una breve analisi sul bando 2013 del Comune di Senigallia sui Tirocini formativi e d’inserimento al lavoro.

Il 24 gennaio 2013 è stato finalmente pubblicato il bando per i Tirocini formativi e d’inserimento al lavoro del Comune di Senigallia. Questo limitato strumento di welfare a livello locale è stato l’oggetto nei mesi scorsi di una nostra accesa campagna d’informazione e contestazione. Quando per la prima volta, nel febbraio 2012 puntammo l'attenzione sull'anomalia dell'uso dei voucher da parte dei Servizi Sociali di Senigallia per svolgere quelle che l’Assessore Volpini e il dirigente Mandolini chiamavano “politiche attive per il lavoro”, iniziammo a scoprire le contraddizioni e i limiti del sistema di welfare locale e trovammo un’inattesa attenzione e partecipazione da una buona parte della città.

Il lavoro svolto dai vincitori del bando 2012 presso il Comune, infatti, era in gran parte dequalificato e le possibilità d’inserimento lavorativo successive molto scarse. I tirocinanti svolgono il ruolo di mano d'opera a basso costo che finisce per riempire i buchi dell’organizzazione comunale cronicamente sotto organico anche a causa delle politiche neoliberali e di austerità dello Stato. Oggi le condizioni sociali sono peggiorate. Mese dopo mese, le condizioni lavorative della maggior parte dei dipendenti a tempo determinato e dei piccoli titolari di partita IVA sono in caduta libera. Insieme a chi da tempo è rimasto incastrato nelle secche della povertà cronica, aumenta il numero delle persone che devono guardarsi intorno alla ricerca di strumenti concreti di sostegno al reddito e di solidarietà sociale.

La nostra campagna per la riapertura del bando non aveva il senso di una difesa di questo strumento in quanto tale, anzi lo riteniamo ancora insufficiente e criticabile da molti punti di vista. Da un lato siamo riusciti ad eliminare la presenza del pagamento in voucher e l’incomprensibile obbligo della patente B. Tuttavia la nostra proposta di eliminare i limiti temporali di residenza non è stata accolta, i posti disponibili rimangono drammaticamente pochi e scarsamente retribuiti in relazione ad un orario ben superiore al part-time. Inoltre la nostra richiesta di individuare delle mansioni maggiormente formative per chi ha una formazione universitaria è stata interpretata da una formulazione ambigua del bando che lascia immaginare la presenza di due graduatorie diverse per laureati e non. Non ci sono dubbi che non potremmo mai essere d’accordo con una divisione classista basata sui titoli di studio, non pensiamo che debbano esserci categorie privilegiate bensì un trattamento equo e orientato ad una vera formazione per tutti.

La nostra azione come collettivo Precari United ha l'obiettivo di strutturare un livello minimo di auto-organizzazione dei precari e dei disoccupati sul territorio di Senigallia per esigere misure di sostegno al reddito e d’inserimento lavorativo. Viviamo in un'epoca in cui le nostre vite sono dominate dai capricci della finanza speculativa associata con la classe politica più corrotta dell'ultimo secolo. L'esigenza dal basso di risorse pubbliche e di strumenti per l'emancipazione sociale è un dovere di tutti gli uomini e donne che hanno a cuore la propria dignità e un diritto che vogliamo difendere.

Per questo speriamo nella presentazione del maggior numero possibile di candidature al bando comunale del 24 gennaio con l'obiettivo di ottenere il massimo delle risorse disponibili, di aprire un dibattito pubblico sulla destinazione delle risorse pubbliche per il sociale e per rendere visibile il bisogno di strumenti di welfare e di lavoro nella nostra città. Infine vogliamo suggerire a tutte le persone che pur avendo i requisiti non verranno ammesse di pensare insieme ad un percorso di lotta per riacquistare dal basso le risorse e l'autonomia che ci vengono negate dall'alto. Per questo da giovedì 7 fino al 22 febbraio, apriremo presso lo Spazio Comune Autogestito Arvultùra (Via Abbagnano 5 – tra Multisala e Ipersimply) uno sportello informativo/organizzativo sul bando. Lo sportello sarà attivo il martedì dalle ore 17:00 alle ore 19:00 e il giovedì dalle ore 10:30 alle ore 12:30.

Come collettivo territoriale di precari/e e disoccupati/e non abbiamo candidature da difendere e da sostenere. La nostra campagna elettorale è la lotta permanente per i diritti e per l'emancipazione sociale.





Precari United

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2013 alle 18:56 sul giornale del 07 febbraio 2013 - 858 letture