statistiche accessi

Visita della Boldrini, Sel: 'Le dichiarazioni di Rimini, frutto della più totale mancanza di informazioni'

Sel, Sinistra Ecologia Libertà 2' di lettura Senigallia 30/01/2013 - Il circolo Sel Senigallia valuta le dichiarazioni del leader berlusconiano Senigalliese – tredicesimo candidato alla Camera per il Pdl – Enrico Rimini, frutto della più totale mancanza di informazioni.

La dott.ssa Laura Boldrini ha lavorato per oltre vent’anni nell’ONU in numerose missioni nei principali luoghi di crisi, operando con sensibilità e conoscenza in molti Paesi del Mondo e sempre presente a Lampedusa e Linosa, con le sue competenze il suo impegno è andato verso il riconoscimento dei diritti internazionali contro la cosiddetta “politica dei respingimenti”.

Laura Boldrini ha affrontato la questione dei richiedenti asilo ospitati presso la struttura di Casa Stella non per scadenze elettorali ma, perché il 28 febbraio scade la convenzione per l'accoglienza dei migranti di varie nazionalità, fuggiti dalla Libia nel 2011 e ospitati in varie strutture, senza alcuna indicazione da parte del governo su come procedere. Una situazione di incertezza che, a insaputa di Enrico Rimini, crea apprensione tra i migranti e anche tra gli amministratori.

Alcuni dei richiedenti asilo presenti a Senigallia sono in attesa dei documenti per lasciare la città. Una minoranza, che ha già avviato un percorso di integrazione, vorrebbe poter rimanere. Il Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, così ha proposto di valutare il caso a breve con le varie autorità competenti.

Questo è l’agire di chi crede che la politica debba essere davvero vicina al territorio per riacquistare fiducia. Per troppo tempo c'è stata distanza tra le esigenze delle persone e i partiti. Viste le scadenze tecniche della convenzione per l’accoglienza dei migranti e per il suo territorio, l’ex portavoce dell’Alto Commissariato ONU è stata subito pronta ad assumersi le responsabilità di chi è chiamato a rappresentare il territorio.

Un comportamento e un modo di far politica decisamente diversi da quelli del Pdl e Lega della nostra città. I diritti civili, pensiamo, devono essere al centro dell'azione politica. Ogni candidato di Sel rappresenta un diritto, noi non abbiamo impresentabili. Con l’idea che l'Italia deve uniformarsi all'Europa portiamo le nostre proposte in Comune e nel Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2013 alle 17:13 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 903 letture

In questo articolo si parla di politica, Sinistra Ecologia Libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IP4





logoEV
logoEV
logoEV