statistiche accessi

Profughi: Laura Boldrini e il Comune insieme per il futuro degli immigrati

2' di lettura Senigallia 28/01/2013 - Ancora un incontro con i profughi ospitati nei due centri dell'Hotel Lori e della Casa Stella in vista della fine del protocollo di accoglienza fissata per il 28 febbraio. Ieri mattina l'ex portavoce dell'Alto commissariato ONU Laura Boldrini ha incontrato i profughi alla Caritas insieme all'assessore ai servizi alla persona Fabrizio Volpini e poi il sindaco Maurizio Mangialardi.

A fine febbraio scade la convenzione per l'accoglienza dei migranti fuggiti dalla Libia nel 2011 e ospitati in varie strutture e questo crea un clima di incertezza sia tra gli extracomunitari che fra gli amministratori.

"I richiedenti asilo a Senigallia vorrebbero avere un quadro più chiaro per organizzare in tempo utile il loro futuro -ha detto la Boldrini- alcuni sono in attesa dei documenti per lasciare la città. Altri, una minoranza, vorrebbero poter rimanere a Senigallia e prendere la residenza visto che hanno già avviato un percorso di integrazione".

L'ulteriore confronto con i profughi è servito anche da input -riferisce Volpini- a loro è infatti stato chiesto di riflettere su cosa vogliono fare dopo il 28 febbraio, invitandoli a pensare al loro futuro. I profughi, che hanno un permesso di soggiorno per ragioni umanitarie, possono muoversi liberamente sul territorio nazionale”. Il comune, seppure non è titolare del progetto di accoglienza (che fa capo alle Prefetture), sta organizzando alcune iniziative insieme alle associazioni di volontariato rivolte all'inserimento dei profughi. “Abbiamo già predisposto corsi di formazione per insegnare loro i vecchi mestieri -aggiunge Volpini- l'obiettino non è quello di inserirli nel mondo del lavoro, perchè il momento è particolarmente difficile, quanto piuttosto quello di fornire loro strumenti utili per avviarli al lavoro”.

"Mi ha colpito molto questo approccio di partecipazione - ha commentato il sindaco Mangialardi- che denota serietà e voglia di farsi carico dei problemi reali del territorio, volendoli verificare in prima persona”.






Questo è un articolo pubblicato il 28-01-2013 alle 21:25 sul giornale del 29 gennaio 2013 - 1462 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, profughi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IKI