statistiche accessi

Ostra Vetere: conto alla rovescia per le elezioni, attesa per la firma di Napolitano

comune di ostra vetere 1' di lettura 25/01/2013 - C'è già aria di campagna elettorale ad Ostra Vetere. Dopo il commissariamento del comune da parte del Prefetto per il venir meno del quorum necessario per la convocazione elettorale, i cittadini si preparano al voto.

Il ministero dell'Interno ha inserito Ostra Vetere nell'elenco dei comuni che andranno al voto il 26 e 27 maggio. Per la sicurezza matematica delle imminenti elezioni però occorre aspettare la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della firma del presidente Napolitano del decreto di scioglimento del Consiglio Comunale entro il 24 febbraio. Se la burocrazia dello Stato dovesse incepparsi e il decreto presidenziale non arrivare in tempo, allora le elezioni slitterebbero direttamente alla primavera 2014.

Che si voti a maggio o tra un anno, sta di fatto che fino al momento delle elezioni a guidare il comune sarà il commissario prefettizio Mario Gabriele Perpuetini, nominato lunedì dal prefetto. Un passaggio di consegne ufficiale tra l'ex sindaco Massimo Bello e il commissario prefettizio avvenuto in comune mercoledì scorso. La crisi istituzionale aperta dalla maggioranza è stata fatale per l'ex primo cittadino che pur non avendo rassegnato le proprie dimissioni, è stato comunque destituito dalla sua carica dal Prefetto dopo nove anni di governo cittadino.

Dopo le dimissioni di tre assessori su quattro, dei quattro consiglieri di maggioranza e di quelli di minoranza, il Consiglio Comunale non ha più i numeri per essere convocato. Di qui l'intervento del Prefetto che ha commissariato il comune.






Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2013 alle 23:00 sul giornale del 26 gennaio 2013 - 1065 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, giulia mancinelli, elezioni, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IEX





logoEV
logoEV
logoEV