statistiche accessi

Profughi esplulsi dall'Hotel Lori: 'Vitto e alloggio carente e nessuna mediazione culturale'

partecipazione e rifondazione comunista 2' di lettura Senigallia 14/01/2013 - Nessuna assistenza di mediazione culturale, vitto e alloggio carenti e niente contributi giornalieri come invece previsto dalla legge. I sei profughi, protagonisti della rissa all'interno dell'Hotel Lori che gli è costata l'espulsione dal centro di accoglienza, raccontano la loro versione dell'accaduto.

I profughi smentiscono anzitutto di aver aggredito la titolare della struttura e riferiscono soltanto di un mobile che si sarebbe rotto durante la concitazione del momento. Tre di loro, proprio per dire la loro sulla vicenda, hanno incontrato ieri i consiglieri di Partecipazione Roberto Mancini, Paolo Battisti e di Rifondazione Comunista Luigi Rebecchini, insieme anche ai rappresentanti dell'Associazioni Multietnica di Senigallia.

“E' vero che ci sono state delle tensioni all'Hotel Lori -riferisce Mancini- ma a fronte di una completa assenza dell'autorità di competenza (la Prefettura ndr) che avrebbe dovuto garantire tutta una serie di condizioni riconosciute dalla legge per chi ha la condizione di rifugiato per motivi umanitari”.

I sei profughi lamentano condizioni pessime di vitto e alloggio (con i termosifoni che spesso sarebbero stati spenti), la mancanza di sostegno per la mediazione culturale e il mancato pagamento della somma di 2.5 euro al giorno previsto dalla legge per le loro necessità. Già prima della rissa, durante la quale l'Hotel Lori ha riportato dei danneggiamenti, i profughi avevano chiesto di essere trasferiti presso un'altra struttura. Dopo il decreto di espulsione dal centro di accoglienza l'assessore ai servizi alla persona Fabrizio Volpini aveva fatto da intermediario con la Caritas che ora ospita i sei profughi nelle loro strutture.

In realtà il Comune in questa vicenda è stato latitante -aggiunge Mancini- venerdì mattina i profughi, dopo l'espulsione, sono rimasti sotto la pioggia e siamo stati noi ad accompagnarli alla Caritas. Il Comune conosceva i problemi che esistevano all'Hotel Lori ma ha fatto finta di niente. C'è stata una totale assenza dell'autorità competente e nessuno, a livello locale, si è fatto carico di questa situazione”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2013 alle 21:15 sul giornale del 15 gennaio 2013 - 3544 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ick





logoEV
logoEV
logoEV