statistiche accessi

Il Pd si ricompatta dopo le primarie: Amati e Brignone lanciano Senigallia in Parlamento

2' di lettura Senigallia 13/01/2013 - Il Pd si ricompatta e punta alla riconferma in Senato di Silvana Amati. Le primarie per il Parlamento hanno confermato la senatrice uscente, risultata terza in provincia, ma ha anche lanciato la sfida del nuovo che avanza.

Beatrice Brignone, 35 anni, è stata la rivelazione di queste primarie, assestandosi al quarto posto e risultata prima a Senigallia e nei comuni dell'hinterland. Una campagna elettorale dai toni anche accesi, conclusa la quale il Pd è pronto a ripartire unito per far arrivare in Parlamento entrambe le candidate. Mentre infatti per la Amati la candidatura è cosa fatta, per la Brignone le speranze, seppure labili, non sono perse. Alla direzione nazionale infatti spetta l'ultima parola.

“Dopo le primarie è tempo di tornare a lavorare tutti insieme -spiega la segretaria del Pd Elisabetta Allegrezza- e per il successo finale del partito e del programma di governo”. “Il nostro territorio continuerà ad essere rappresentato in Parlamento -aggiunge il sindaco Maurizio Mangialardi- e questo è un primo risultato importante. A chi ci rappresenterà al Governo chiediamo di continuare a lavorare per questo territorio perchè oggi più che mai, alla luci dei continui tagli e ristrettezze economiche, l'unico modo per poter continuare ad intervenire è quello di intercettare fondi sovracomunali”.

Stretta di mano tra le due candidate, protagoniste della campagna elettorale per le primarie tutta al femminile e tutta made in Senigallia. Dalla senatrice Amati, per la quale come sottolineato dalla Allegrezza, “parlano i voti ottenuti e il lavoro svolto in questi anni in Parlamento”, arrivano impegni precisi in caso di vittoria elettorale del premier Bersani e del Pd. “Abbiamo l'opportunità di tornare a governare il paese e non possiamo sbagliare -commenta la senatrice Silvana Amati- in caso di vittoria il nostro primo impegno sarà quello di porre rimedio ai tanti errori commessi in questi mesi dal governo dei tecnici. Ma non solo. Ci adopereremo in tutti i modi mettendo in campo tutti gli interventi e le strategie necessarie per fare uscire questo paese dalla crisi”.

Soddisfatta per i risultati ottenuti sul territorio la Brignone, alla sua prima sfida “elettorale” dopo la scesa in campo due anni fa alle elezioni per la segreteria comunale del Pd. “Il risultato che abbiamo ottenuto sul territorio è stato eccezionale perchè le due donne più votate sono entrambe senigalliesi -aggiunge la Brignone- il riscontro avuto conferma che la strada intrapresa verso il rinnovamento è quella giusto. C'è stato un confronto, aperto e leale, e alla fine abbiamo fatto sintesi e ora il partito è unito e compatto”.






Questo è un articolo pubblicato il 13-01-2013 alle 06:54 sul giornale del 14 gennaio 2013 - 2728 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, silvana amati, politica, beatrice brignone, partito democartico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/H0m