statistiche accessi

Confartigianato: 'Spazio alle imprese giovani, puntare sulle start up per il rilancio economico'

Giacomo Cicconi Massi 2' di lettura Senigallia 11/01/2013 - Una pioggia di incentivi per le nuova attività di Senigallia. Arrivano fino alla Spiaggia di velluto i contributi messi a disposizione dalla Provincia di Ancona tramite il fondo sociale Europeo per il sostegno alla creazione di impresa.

L’avviso pubblico mette complessivamente a disposizione sul territorio provinciale l’importo di più di un milione di euro in contributi a favore delle microimprese e piccole e medie imprese costituite successivamente al giorno 28/12/2012 o da costituire entro 12 mesi dalla comunicazione di approvazione del progetto, con sede operativa nel territorio della Provincia di Ancona.

Anche le start up senigalliesi potranno perciò accedere a questo tesoretto e invitiamo chi è interessato a rivolgersi presso gli sportelli Confartigianato – dichiara Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia – dove potrà ottenere tutte le informazioni e la modulistica necessaria per avanzare richiesta dei contributi. La nascita di nuove imprese ”solide” può rappresentare un concreto volano per l’occupazione locale. Nel senigalliese i giovani artigiani under 40 sono 897 secondo una rilevazione di Confartigianato. Che si tratti di giovani che hanno preso in mano le redini dell’azienda di famiglia, o che hanno scelto di aprire da zero una nuova attività, la loro presenza sul territorio è fondamentale perché garantisce continuità all’assetto produttivo ed economico locale. Così come ora più che mai c’è necessità di nuove imprese che possano portare idee innovative e lavoro.

L’iniziativa dei giovani è indice della vitalità del territorio che reagisce alla crisi in modo costruttivo, facendo impresa e dando così vita a nuovi posti di lavoro e opportunità di sviluppo. I giovani sono la risorsa prima per la ripresa, conclude Cicconi Massi di Confartigianato. Il clima di incertezza che caratterizza il difficile momento occupazionale e la situazione di precarietà in cui molti di loro si ritrovano al termine del percorso formativo li spinge a trovare la forza in se stessi, a dar fondo alla propria energia e passione, a fare impresa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2013 alle 14:46 sul giornale del 12 gennaio 2013 - 922 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, economia, giacomo cicconi massi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/H7B





logoEV
logoEV