statistiche accessi

Rifiuti: i comuni lanciano la sfida alla Rieco, 'Superiamo il 65% di differenziata'

3' di lettura Senigallia 10/01/2013 - Senigallia e 14 comuni dell'hinterland pronti a superare le soglie minime di differenziata per non pagare le penali imposte dall'Unione Europea. È la sfida che partirà ufficialmente dal 1° febbraio, quando entrerà in vigore l'estensione del porta a porta che coprirà anche le zone periferiche e di campagna di tutto l'ambito servito dalla Rieco Spa, la nuova impresa che dal 1° dicembre gestisce per conto del Cir33 la raccolta differenziata.

I comuni coperti dalla Rieco sono Senigallia, Arcevia, Barbara, Belvedere Ostrense, Castel Colonna, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Monsano, Morro d'Alba, Ostra, Ostra Vetere, Ripe e San Marcello. Ad oggi solo pochi comuni hanno superato il 65% di differenzia. Fra questi non rientra la spiaggia di velluto, che si assesta sul 60,5%.

“Vogliamo arrivare al 70% -promette il sindaco Maurizio Mangialardi- un obiettivo che possiamo raggiungere grazie alle condizioni inserite nel bando vinto dalla Rieco e ripartendo da un servizio efficiente dopo i disservizi della Aimeri”.

Tra le novità, oltre all'estensione del porta a porta integrale, anche l'utilizzo di mezzi dotati di sistemi satellitari che consentono di controllare in tempo reale il ritiro dei rifiuti. Ma non solo. “Introdurremo anche un sofisticato sistema per la tracciabilità dei rifiuti -spiega il presidente della Rieco Alberto Berardocco- ogni bidone degli utenti sarà datato di un codice a barre che registra tutti gli svuotamenti, questo consentirà di arrivare a pagare a seconda della tipologia di rifiuti prodotti. Noi accettiamo con piacere la sfida che ci è stata lanciata dai Comuni e metteremo tutta la nostra professionalità per raggiungere gli obiettivi preannunciati”.

Il presidente del Cir33 Simone Cecchettini ha annunciato l'avvio di una campagna informativa in tutte le 50 mila utenze del territorio con la consegna di deplian con i calendari della raccolta (uniformata su tutto il territorio) e assemblee pubbliche nei vari comuni. "La campagna informativa è già partita -aggiunge Cecchettini- e proseguirà anche con assemblee pubbliche che le famiglie troveranno indicate nella lettera che è in distribuzione in questi giorni".

I sindaci dei comuni si dicono soddisfatti per come sta andando l'inizio della gestione affidata alla Rieco e apprezzano particolarmente la decisione di estendere il porta a porta sul 100% del territorio con la relativa scomparsa delle isole ecologiche. Il sindaco di Barbara Raniero Serrani annuncia per lunedì la prima assemblea pubblica, il sindaco di Ostra Massimo Olivetti annuncia che "non verranno ammessi altri disservizi dopo quelli provocati per mesi dalla Aimeri", il sindaco di Monsano Gianluca Fioretti sottolinea come "gli operatori, pur essendo gli stessi che lavoravano prima per la Aimeri, ora sono più motivati ed efficienti", per il sindaco di Castelleone di Suasa Giovanni Biagetti "per superare la soglia del 65% di differenziata, oltre al porta a porta integrale, serve la collaborazione di tutti i cittadini".








Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2013 alle 21:40 sul giornale del 11 gennaio 2013 - 2153 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, rifiuti, raccolta differenziata, cir33, rieco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/H5o





logoEV
logoEV
logoEV