statistiche accessi

Montemarciano: Grilli, 'Il finanziamento regionale venga utilizzato per ricostruire la spiaggia'

erosione montemarciano 2' di lettura 07/01/2013 - Il finanziamento regionale di 250mila euro ricevuto dal nostro Comune per lavori urgenti di protezione costiera, a seguito dei danni provocati dalle mareggiate dello scorso 1° novembre, venga destinato alla ricostruzione della spiaggia. E a questi si aggiungano le centinaia di migliaia di euro non spesi per il famigerato progetto delle nuove scogliere truffa.

È questa la posizione espressa dal nostro gruppo in consiglio comunale nella seduta straordinaria dello scorso 29 dicembre, convocata appositamente per deliberare la variazione di bilancio e il contestuale aggiornamento all’elenco annuale delle opere pubbliche.

Da troppi anni sosteniamo, infatti, che l’impiego delle risorse pubbliche per la difesa della costa è utilizzato in maniera includente, e gli effetti sono sotto gli occhi di tutti. In questo ultimo caso, abbiamo appreso che l’orientamento della Regione sarebbe quello di intervenire mettendo in sicurezza il collettore fognario nel tratto a ridosso del sottopasso Buglioni. L’idea sarebbe quindi quella di eseguire interventi di ripristino della scogliera radente che protegge il sottopasso.

La messa in sicurezza di infrastrutture come il collettore fognario è in realtà competenza di Multiservizi, società che raccoglie i fondi per questi interventi attraverso le tariffe pagate dagli utenti. Temiamo, pertanto, che, con quest’ultimo provvedimento, Regione e Comune stiano per compiere l’ennesimo pastrocchio: la legge regionale affida infatti al Comune la competenza per gli interventi di protezione costiera, mentre gli interventi di manutenzione delle infrastrutture fognarie sono di competenza di Multiservizi, alla quale non si possono quindi destinare soldi dedicati ad altro. Abbiamo del resto condiviso l’impegno del sindaco e dell’assessore competente Como affinché ognuno rispetti il proprio ruolo.

Ricordando, infine, che nell’ultimo famigerato e mal realizzato progetto, in sede di collaudo è stato riscontrato un ammanco di ghiaia di poco inferiore al 90% del totale previsto e che più a nord ci sono abitazioni ormai seriamente minacciate dalle mareggiate, sarebbe davvero grave scegliere d’intervenire laddove non è nemmeno competenza del nostro Comune.

Ultima annotazione per la zona più a sud, il lungomare Cappellini (dietro la stazione ferroviaria): riteniamo doveroso evidenziare che non sarebbe opportuno intervenire in quel tratto con l’impiego di nuove risorse pubbliche, poiché lì il danno è stato creato dal prelievo improprio di porzioni di scogliera radente reimpiegate nella costruzione di quelle in mare. Attendiamo prima che siano accertate le responsabilità.


da Maurizio Grilli
consigliere comunale Montemarciano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-01-2013 alle 16:45 sul giornale del 08 gennaio 2013 - 683 letture

In questo articolo si parla di erosione, marina di montemarciano, politica, spiaggia, maurizio grilli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HXa





logoEV
logoEV
logoEV