Corinaldo: raid notturno in centro, individuati i sette 20enni responsabili

polizia municipale 1' di lettura 05/01/2013 - Segnali stradali temporanei buttati a terra, fioriere spostate al centro della strada e contenitori dei rifiuti rovesciati. E’ il raid messo in atto alle 1:30 della notte tra venerdì e sabato a Corinaldo da sette 20enni già individuati dai carabinieri.

I sette giovani sono stati individuati dai Carabinieri di Corinaldo grazie alle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza di Borgo di Sotto, via del Corso e Viale dietro alle Monache. Questi i principali punti della città in cui i giovani avrebbero buttato a terra i segnali stradali, spostato le fioriere e rovesciato i contenitori dei rifiuti rischiando di creare seri danni alle persone e alle auto in transito in quelle strade. Ma il raid notturno dei 20enni ha riguardato tutto il centro storico della cittadina gorettiana.

Immediatamente individuati e convocati in Caserma i giovani dovranno ora pagare i danni e le spese per rimettere tutto a posto.






Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2013 alle 15:03 sul giornale del 07 gennaio 2013 - 4692 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia municipale, corinaldo, Sudani Alice Scarpini e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HUL


Commento modificato il 07 gennaio 2013

Ma perchè pagare,"economicamente"?
E' nettamente meglio pagare "socialmente" con lavori per la collettività, e messi bene in vista perchè li facciano davvero, in modo da ricompensare la collettività dei danni subiti e insegnare ben bene cosa vuol dire rispettare i beni di tutti.
Una bella possibilità per una lezione sociale.

PS: il "bene in vista" non per fare una pubblica gogna, che sortirebbe solo un effetto opposto, ma inteso come controllati che facciano per bene e aiutati.

ice25 Utente Vip

06 gennaio, 00:19
Sono daccordo con una bella casacca gialla tipo anas e poi a pulire tutti i tombini del centro storico

concordo con i post precedenti
lavori socialmente utili ! ( meglio se faticosi)
assistenza anziani!
Non devono pagare i genitori per quello che i figli hanno fatto( dopotutto sono anche maggiorenni)

E no! Chi rompe paga! E se i soldi li devono anticipare i genitori vedranno poi di recuperarli sulle paghette settimanali o su altri acquisti superflui.
E i lavori socialmente utili (in bella vista) come pena accessoria!

francesca

07 gennaio, 11:01
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Concordo con Pelo59 : pagamento del materiale danneggiato compresa la manodopera, inoltre indispensabili i servizi sociali per tipi "antisociali".

Kit Utente Vip

09 gennaio, 15:22
per pagare i danni e procedere penalmente nei confronti dei responsabili occorre la querela da parte del danneggiato.