statistiche accessi

Pontifex intervista ancora Fusi Pecci, stavolta nel mirino le 'donne che provocano'

odo fusi pecci 1' di lettura Senigallia 03/01/2013 - Ha cavalcato l'onda della bufera mediatica il sito di apologetica cattolica Pontifex, che dopo lo scandalo di Vendola e dei matrimoni gay, torna alla carica, sempre con il vescovo emerito mons. Odo Fusi Pecci, e stavolta per commentare la polemica legata a don Corsi.

Prima di Natale l'intervista di Pontifex al prelato 92enne, nella quale erano uscite dichiarazioni pungenti a proposito dell'omosessualità del governatore della Puglia Nichi Vendola, aveva sollevato un vespaio di polemiche. Di qui l'intervento del vescovo di senigallia mons. Giuseppe Orlandoni che aveva invitato i giornalisti a "tenere conto dell'età di Fusi Pecci" e "a non cedere a facili strumentalizzazioni".

Manco a dirlo, ecco che Pontifex torna alla carica. Stavolta, nell'ambito di un'intervista incentrata sugli auspici del vescono emerito per il 2013, scappa anche una domanda in merito alla vicenda di don Corsi, il sacertote finito nel mirino della polemica per un volantino in cui associa il femminicidio alle provocazioni delle donne. Sulla vicenda il commento di Fusi Pecci è chiaro. "La violenza va eliminata e non é mai giustificabile contro nessuno, tanto meno verso le donne. Chi ricorre alla violenza, va contro Dio". Subito dopo però il prelato parla anche di alcune volte in cui "le donne provocano, vestono e si atteggiano con scarsa dignità e poca attenzione alla moralità" aggiungendo "di condividere, su questo punto, le teorie di don Corsi":

Trarre la conseguenzialità tra la prima e la seconda parte delle affermazioni però non sembra così scontato.






Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2013 alle 11:05 sul giornale del 04 gennaio 2013 - 6092 letture

In questo articolo si parla di attualità, odo fusi pecci, giulia mancinelli, vendola, femminicidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HPN





logoEV
logoEV
logoEV