statistiche accessi

Al Musinf Adriano Di Giacomo illustra i progetti espostivi sui parchi

Adriano Di Giacomo 4' di lettura Senigallia 03/01/2013 - Sarà l’assessore alla cultura Stefano Schiavoni ad aprire l’incontro di venerdì sera (ore 21) al Musinf con il prof. Adriano Di Giacomo sul tema dei progetti espostivi sui parchi. Promotore del Museo della Didattica dell’Arte a Roma, docente e dirigente nei licei artistici della Capitale, la prima formazione culturale ed artistica di Adriano Di Giacomo è avvenuta negli anni Sessanta è all'Istituto Statale d'Arte di Ancona, allora diretto da Edgardo Mannucci, dove studia sotto l'influsso didattico ed artistico di questi e di Valeriano Trubbiani (oltrechè di docenti come lo storico dell'arte e critico Vittorio Rubiu, l'arch. Moneta, lo scultore Raspanti).

Sono gli anni in cui, all'interno della scuola, ripercorre la sperimentazione dei maggiori artisti contemporanei, lavorando metacrilati, resine, legni, metalli e smalti, e, intanto si accosta alle moderne scuole architettoniche (nuove strutture e tecnologie, analisi urbanistica e ambientale, architettura d'interni, design). I già maturi interessi di natura artistico-scientifica lo portano subito dopo a Bologna, dove studia Anatomia e si diploma presso la Scuola Superiore per il Disegno Anatomico nella Facoltà di Medicina. A Bologna, in quello scorcio di anni Sessanta, frequenta la cerchia di giovani artisti e critici che si trovano intorno alla Galleria Carbonesi (tra cui Cortenova). E' presente con una sua opera alla "Proposta per una Manifestazione/Incontro" che si tiene al Museo Civico di Bologna (1969). Nel 1970 è a Padova, dove opera come disegnatore anatomico presso la casa editrice del Dr. Piccin in collaborazione con la Facoltà di Medicina dell'Università di Padova (Centaro-Ceci). Nella sua attività professionale e di studio continua ad affinare le conoscenze dell'anatomia e della chirurgia, che indaga con strumenti scientifici, e delle relative tecniche di rappresentazione. I suoi disegni vengono presentati a Merano nell'ambito di un congresso medico (Triveneto 1970) e nello stesso anno realizza le tavole che illustrano un trattato.

Nel 1971 si trasferisce a Roma, dove per qualche tempo prosegue la sua collaborazione con Piccin, presso l'Istituto di Anatomia Umana Normale, mentre la Casa Editrice "Il Pensiero Scientifico" gli affida alcune rubriche sulla rivista "La Medicina Illustrata". Si è iscritto intanto all'Accademia di Belle Arti di Roma dove per quattro anni è allievo di Fazzini e, a Ripetta, è tra i frequentatori del suo studio. La sua formazione culturale, negli anni dell'Accademia, matura con Enrico Crispolti e Cesare Vivaldi dei quali pure è allievo; in quest'ambito i suoi interessi di studio si focalizzano su un momento dell'Avanguardia storica italiana (su cui si va riaprendo allora il dibattito critico), che diviene materia della tesi discussa, col massimo dei voti, con Vivaldi. In seguito il suo interesse per la formazione, in particolare per le arti visive nell'istruzione, lo porteranno a conseguire perfezionamenti (Scienze Formazione presso l'Università di Firenze e Didattica Museale a Roma Tre). Nell'arco di tutti questi anni e delle molteplici esperienze, rimane costante l'impegno, che ha iniziato giovanissimo, di artista che opera di volta in volta utilizzando i diversi linguaggi e strumenti che possiede, pur nella continuità della ricerca tematica ed espressiva.

Della sua opera si sono interessati, tra gli altri, in cataloghi, recensioni e manifestazioni artistiche: Fulvio ABBATE, Carla ANTOLINI, Vito APULEO, Enzo BATTARRA, Mirella BENTIVOGLIO, BERENICE, Giorgio BONOMI, Marco BOTTELLI, Valentina CAGLIANI, Michele CALDARELLI, Maurizio CALVESI, Grazia CHIESA, Anna COCHETTI, M. Cristina COCCOLUTO, Marcella COSSU, Claudio CRESCENTINI, Gabriella DALESIO, Emidio de ALBENTIIS, Mario de CANDIA, Carla DE CHERCHI, Simonetta DEZI, Claudio DI BIAGIO, Arianna DI GENOVA, Manuela FILIPPI, Massimo GARRITANO, Giulio GASPAROTTI, Karis GASPARRI, Roberta GIANNI, Guglielmo GIGLIOTTI, Matteo GORLAGHETTI, Francesca INCARDONA, Mariella LESTINGI, Mario LUNETTA, Teresa MACRI', Mario MANINI, Giuseppe MARADEI, Antonella MARINO, Barbara MARTUSCIELLO, Alessandro MASI, Julia Mészàros, Dario MICACCHI, Antonella MICALETTI, Giuseppe NERI, Rita OLIVIERI, Francesca PACI, Mara PANCHERI, Giusy PETRUZZELLI, Lidia REGHINI di PONTREMOLI, Ludovico PRATESI, Claudio RENDINA, Miro RENZAGLIA, Natale A. ROSSI, Marilyn RUSSEL, Giuseppe SALERNO, Secondo SANNIPOLI, Jasminka Pokleki STOŠI Ivan SIMONINI, Viviana TESSITORE, Mario TORNELLO, Elda TORRES, Mario URSINO, Emilio VILLA, Maria VINELLA.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2013 alle 19:10 sul giornale del 04 gennaio 2013 - 971 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cultura, attualità, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HRr





logoEV
logoEV
logoEV