Ostra Vetere: su Facebook scintille tra il sindaco Massimo Bello ed alcuni cittadini

1' di lettura 30/11/2012 - Nel gruppo Facebook sull'antenna in Contrada Lanternone il Sindaco di Ostra Vetere si è confrontato con i cittadini in una lunghissima conversazione. Tra il sindaco ed alcuni cittadini ad un certo punto sono scattate le scintille, con tanto di parolacce.

L'argomento, quello dell'installazione di un'antenna per la telefonia mobile, si sa, era caldo e tra un botta e risposta la conversazione è degenerata.

E' successo su Facebook, dove il sindaco Massimo Bello ha risposto ai cittadini su molte questioni inerenti l'antenna di Contrada Lanternone. Il 'fair play' però ad un certo punto è precipitato da ambo le parti.

Così ecco leggere da parte del sindaco frasi come "Ti comprendo e ti perdono per quello che dici *** perche' la natura si e' gia' accanita su di te e prendersela con te lo troverei poco elegante." o "il riso abbonda...sulla bocca degli...".

Frasi simili sono state rivolte anche al sindaco, ad esempio: "Adesso stai cagando fuori dal vaso....datti una regolata perchè questi non sono i toni giusti per un dibattito..."








Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2012 alle 15:40 sul giornale del 01 dicembre 2012 - 5634 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GHa


Nell'articolo mi sono limitato a riportare i fatti. Vorrei però anche esprimere un parere: il fatto che il sindaco impieghi ore per rispondere ai cittadini su Facebook è una cosa assolutamente lodevole.
Alcune frasi non sono, ovviamente, giustificabili, ma queste sono casi isolati, altrimenti non diventerebbero una notizia.

bandab

01 dicembre, 13:05
il commento michele te lo potevi risparmiare... non è affatto lodevole un sindaco che risponde ai cittadini su un social network e fa di tutto per evitare il confronto diretto: finiti i consigli comunali scappa sempre con la coda fra le gambe; all'assemblea pubblica indetta dal comitato contro l'antenna non si è presentato; in piazza non si vede mai perchè impegnato in altri suoi incarichi, o perlomeno così dice.Ma lui del resto fra due anni non può ricandidarsi quindi oramai fa tutto quello che vuole e c'è una cosa che gli riesce perfettamente, prendere in giro i cittadini del paese

Giustissimo molto lodevole e ce ne fossero. Ma se a cominciare, cosa che credo, fosse stato un cittadino capisco del perchè non lo facciano altri Sindaci.Molte volte ci commentiamo tra noi ma serebbe meglio che su ogni argomento intervenisse almeno da un Consigliere in su affinchè dica la situazione com'è o come la vede. Le parolacce non devono esistere pareri contrastanti ci sta. Per l'antenna basta non se ne può più avete anche il TAR contro e ve lo dissi molto prima che non ci sarebbe stata storia sulle antenne di telefonia.

è un giornale tipico saccente che usano i post missini, lo riconosco. Evidentemente Massimo Bello ha molta stima di sé, più che poca per gli altri. Troppa ne ha.Indisponente oggettivamente.

Gergale avre voluto scrivere, non so se mi è venuta bene la battitura.

Oltretutto non capisco quali siano i suoi improprogabili impegni e cosa faccia nell'ufficio che ha nella palazzina ,palazzina, palazzona, a emiciclo a ex consorzio agrario. Spesso lasciacaìva la sua vettura lì davanti parcheggiata sulla pista ciclabile, non che sia gran danno, ma gli altri non lo fanno.Non sono certamente comportamenti che propriamente suscitano accattivamento verso la persona. Che, prima di assumere qualche incarico in più, si comportava più comparabilmente agli altri.Anzi si faceva molta pubblicità, a Senigallia. Mandava lettere a tutti, scritte a penna, siu poneva come buono, come riferimento,come insomma quello su cui si può contare, quello a cui raccontare qulsiasi oggettivo problema, da qui cominziò la sua visibilità Alle comunali del '94 era, dentro MSi, il candidato consigliere comunale sostenuto dal Fronte della Gioventù, coordinato da Roberto Paradisi, che assume comportamenti alcuni sovrapponibili a Massimo Bello, però Roberto Paradisi non ha voluto confluire in Alleanza Nazionale poi.

montenovese

03 dicembre, 12:11
un sindaco di un paese che risponde su facebook....
è una cosa Ridicola!!!
bisogna parlare in faccia ai cittadini e parlare nelle assemblee!!
è solo un nascondersi dietro una tastiera!!
sei molto ridicolo anche tu "michele" dell'articolo
che reputi lodevole che il sindaco risponda su facebook....
glielo spieghi tu al 60% degli elettori che cosa è facebbok???
ma dove siamo finiti...
:-(

Montenovese non è ridicolo ma questo certo non significa non parlare alle assemblee ecc... mi sembra normale. INTEGRARE la propria presenza sebbene virtuale ANCHE su altri canali non vedo il problema. Quante volte abbiamo commentato articoli fatti da consiglieri e sindaci su questo giornale e mai una volta che uno di essi rispondesse. Ci rispondiamo da soli ma con dati che troviamo e magari non sempre veri. Se dovessi fare un articolo lo farei perchè conoscendo meglio l'argomento certi commenti potrei soddisfarli per esempio. Porto come esempio, al dì la che piaccia o meno, Marcello Liverani il quale a seguito dell'articolo poi segue i commenti. A me non sembra sbagliato.

montenovese

03 dicembre, 17:13
Ciao "numero"
hai ragione!
siamo d'accordo!!
le tue due parole scritte maiuscolo dicono e spiegano tutto!!
sarebbe un bellissimo e giusto approfondimento.......
se prima ci fosse qualcos'altro!!!!!!

"se prima ci fosse qualcos'altro"....mi hai messo nei pensieri. Spiegami così potrei aggiungere se non annoiamo troppo i lettori. In attesa.




logoEV
logoEV