Bufera Geomarine: Magi Galluzzi si dimette, 'Tutto è stato fatto secondo le regole'

Lorenzo Magi Galluzzi 5' di lettura Senigallia 07/11/2012 - In merito all’incarico conferito dal Comune di Senigallia alla Ditta Geomarine S.r.l. e di cui all'articolo del consigliere Paradisi apparso sulla stampa occorre fare chiarezza sui fatti.

Tutto si è svolto nel rispetto delle norme vigenti (Codice dei contratti pubblici) e nell’affidamento del servizio in oggetto non c’è stata alcuna commistione tra affari e politica; l’incarico è stato assegnato nella massima trasparenza e totale conformità alle prescrizioni normative ad una società specializzata di indiscussa professionalità che svolge lavori su tutto il territorio nazionale ed anche all’estero. La tempesta sollevata, senza un reale contenuto, sta creando imbarazzo a me, al gruppo consiliare che ho avuto l’onore di presiedere, alla maggioranza e, quel che è più grave, all’Amministrazione Comunale e al Sindaco che fanno della trasparenza amministrativa uno dei cardini della propria azione politica. Per questo, sia pure a malincuore, ho deciso di dimettermi dalla carica di Consigliere Comunale. L’ho fatto perché ho sempre concepito la mia militanza politica, come battaglia di idee e come servizio ai cittadini, senza nulla pretendere e niente chiedere in cambio.

Me ne vado a testa alta quindi, nella piena consapevolezza di aver sempre e fino in fondo fatto il mio dovere. Naturalmente, una volta fuori dalle Istituzioni, continuerò a impegnarmi per i valori politici nei quali credo e a respingere al mittente tutte le insinuazioni avanzate da coloro che tentano inutilmente di mettere in discussione la mia correttezza e buona fede. Da ultimo un ringraziamento a tutti coloro che in questi anni mi hanno sostenuto. Per completezza d’informazione nei riguardi nei cittadini ed a conferma dell’assoluta regolarità della procedura di affidamento dell’incarico, si riporta la sintesi dell’iter procedurale seguito dall’Amministrazione Comunale.

Con Decreto del Ministero dell'Ambiente Servizio Valutazione Impatto Ambientale n. DEC/VIA/2260 del 18/10/1995 in ordine al progetto di “Piano Regolatore Area Portuale in Comune di Senigallia” il Ministero imponeva all'Ente la seguente prescrizione. “nel quadro degli studi o indagini già eseguite o da eseguirsi da parte della Regione occorre predisporre e realizzare un piano di monitoraggio delle coste limitrofe al porto”. A seguito di un controllo a campione effettuato dal Ministero dello Sviluppo Economico-Unità di Verifica degli investimenti pubblici sui “lavori di ristrutturazione e miglioramento del porto di Senigallia – 4° stralcio” è stata richiesto all'Amministrazione Comunale di Senigallia di procedere all'esecuzione del monitoraggio per ottemperare alla prescrizione di cui sopra.

Anche l'Ufficio Locale Marittimo di Senigallia con nota del 06/10/2008 evidenziava la necessità di effettuare un rilievo batimetrico dei fondali degli specchi acquei portuali con strumentazione idonea. L’Amministrazione Comunale per soddisfare la prescrizione di cui sopra procedeva ad effettuare un’indagine di mercato nel marzo 2009 per eseguire i rilievi di cui alla prescrizione del Ministero dell'Ambiente. A tal fine con nota prot. n. 11.446 del 2 marzo del 2009 venivano invitate a presentare la loro migliore offerta sulla base di specifiche tecniche, oltre alla Ditta Geomarine, le seguenti ditte:
1)Geoemme Due di Mularoni & C. Sas – Rimini;
2)GeoPolaris Srl – Livorno;
3)Geosystem Parma Srl – Parma;
4)GE.PO.MAR Srl – Roma

Tutte le Ditte invitate hanno presentato la loro offerta e l’unica ad aver offerto un prezzo inferiore rispetto a quella della Ditta Geomarine Srl di Senigallia è stata la Ditta Geosystem Parma Srl di Parma. Nell'offerta presentata dalla citata Ditta Geosystem Parma Srl di Parma non risultavano in modo chiaro le prestazioni offerte e pertanto l’amministrazione ha proceduto con fax a richiedere una nuova formulazione dell’offerta tecnico – economica sulla base di specifici requisiti appositamente richiesti per raffrontare la loro offerta con le altre pervenute. La ditta Geosystem Parma Srl di Parma non ha risposto ed è stata sollecitata più volte dall'Ufficio Porto e da ultimo con mail del 27 aprile con l'avvertimento che in assenza dei chiarimenti richiesti si sarebbe proceduto a definire l'indagine di mercato per l'affidamento delle prestazioni.

Poiché nonostante i ripetuti solleciti la Ditta Geosystem Parma Srl di Parma non ha fornito alcuna risposta, l’Ufficio Porto ha procededuto nella trattativa con la Ditta Geomarine di Senigallia quale migliore offerente alla quale è stato richiesto di applicare uno sconto sull'offerta formulata. La ditta Geomarine S.r.l. ha offerto per l'esecuzione del monitoraggio un prezzo a corpo di € 13.500,00/annui per un totale complessivo di € 40.500,00 per i tre anni di monitoraggio previsti. L'amministrazione ha ritenuto congrua l'offerta ed ha proceduto all'affidamento dell'incarico. Risulta chiaro ed evidente che non c'è stato alcun affidamento diretto dell'incarico che è stato assegnato solo dopo l'effettuazione della procedura (indagine di mercato) che ha consentito all’Amministrazione di valutare le offerte presentate dalle Ditte invitate che presentavano la specializzazione richiesta per l'esecuzione del monitoraggio prescritto dal Ministero.

Con la successiva Determina del 09/08/2012 l'Amministrazione Comunale ritenuta la necessità di proseguire il monitoraggio per altri due anni richiedeva alla Geomarine S.r.l. la disponibilità alla sua prosecuzione con una riduzione di spesa. A fronte di tale richiesta dell'Amministrazione la Geomarine S.r.l. si è dichiarata disponibile ad eseguire i rilievi nella stessa area per il costo annuo di € 10.000,00 anziché € 13.500,00. L’Amministrazione ha quindi proceduto ad affidare la prosecuzione delle prestazioni mediante procedura negoziata, consentita dalla normativa vigente, in considerazione del fatto che l’affidamento originario è stato proceduto da un indagine di mercato con diverse ditte specializzate che operano nel settore.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2012 alle 15:27 sul giornale del 08 novembre 2012 - 6884 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, lorenzo magi galluzzi, dimissioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/FLX





logoEV