contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Fiore sul taglio alle luminarie: 'Ognuno deve fare la sua parte'

2' di lettura
1772

da Mario Fiore
Vivi Senigallia


luminarie 2011
Purtroppo quest'anno, a causa delle riduzioni sulle spese di bilancio dovute alla difficile situazione economica, si è reso necessario tagliare i fondi anche per le consuete luminarie natalizie lungo le vie del centro storico.

Una scelta che si è rilevata inevitabile, i tempi sono duri ed è necessario un segnale chiaro in questa direzione. Le luminarie sono sempre state una parte integrante del Natale della nostra città, ma, con amarezza, bisogna constatare che la crisi impone una valutazione attenta su tutti i costi. Quando si rende necessario tagliare ecco arrivare puntualmente chi afferma che la crisi non può essere pagata dal Natale, festa simbolo per gli italiani e di grande spensieratezza per i bambini. e dai commercianti linfa vitale per la nostra città.

Ma la verità sacrosanta ed inoppugnabile è che tutti devono fare la propria parte, con senso di responsabilità, perché il sociale è fondamentale, il turismo è importante e come non parlare delle piccole imprese artigiane che chiudono soffocate dalla crisi, ma anche i Comuni sono in gravissima difficoltà, compreso quello di Senigallia che ha i conti a posto e che ha attuato la spending review con largo anticipo. Dobbiamo capire quindi, che quello che era considerato acquisito fino a ieri, oggi diventa incerto e deve essere a malincuore cancellato. E basta, lo dico per il bene di tutti, affermare che bisogna tagliare i contributi dati alle associazioni amiche e agli amici degli amici perché il Comune di Senigallia lo ha già fatto. Si continuerà a farlo, ma l'ordine di grandezza da recuperare è una voragine molto ampia e questo non basta: magari bastasse, saremmo tutti più sereni. Il momento è talmente complicato che sono finiti anche gli amici degli amici e prima ce ne rendiamo conto e meglio sarà per tutti.

Comunque anche con mancanza di risorse finanziarie, ho avuto modo di ascoltare molte idee da parte dei commercianti, come addobbare individualmente le vie del centro con alberi di natale senza luci, o indire un concorso con alberi riciclati per non buttare via niente, dimostrando collaborazione e senso di responsabilità. In generale, sarebbe bello uno spirito propositivo che dia ampio spazio alle idee, in modo da superare questo ostacolo imposto dal bilancio amministrativo e che incentiverebbe ancor di più lo spirito di collaborazione in un periodo particolare come quello che stiamo vivendo. Dove non arrivano le finanze deve necessariamente arrivare la fantasia, senza il muro contro muro che non serve veramente a nessuno, e apprezzando maggiormente quello che abbiamo.



luminarie 2011

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2012 alle 16:47 sul giornale del 30 ottobre 2012 - 1772 letture