contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Allerta furti: riciclavano gioielli rubati, denunciati due rumeni

2' di lettura
1809

Continua l'ondati di furti (soprattutto in appartamento) e di scippi che stanno imperversando su tutto il territorio. Gli agenti del commissariato di Senigallia, guidati dal dirigente Roberto Palcani, hanno potenziato i controlli notturni ma invitano i cittadini a prestare maggiore attenzione nel chiudere sempre porte e finestre.

Con l'arrivo dell'inverno inoltre, statisticamente, i ladri operano anche nelle ore del tardo pomeriggio. Proprio come è accaduto giovedì quando i malviventi si sono introdotti all'interno di un'abitazione a San Silvestro. Dopo aver messo a soqquadro l'abitazione, i ladri sono scappati a mani vuote, forse messi in fuga dall'arrivo del proprietario. Sorvegliati speciali però sono anche i negozi di Compro Oro che spesso diventano veicolo di ricettazione di oro e monili, provento dei furti in abitazione.

Secondo gli investigatori, infatti, la spiaggia di velluto sarebbe attraversata da “batterie” di malviventi che o ricettano in città i bottini di furti e rapine commessi in altre località o a loro volta commettono qui furti e scippi per poi ricettare la merce altrove. Bande dunque di passaggio, composte spesso da rumeni. Un'attenzione particolare è rivolta al tracciato complanare che, in attesa di essere aperto, è comunque percorribile a piedi e rappresenta una possibile via di fuga per i malviventi nel cuore della notte perchè non illuminata.

Durante i controlli di questi giorni gli agenti hanno anche denunciato a piede libero per ricettazione due pregiudicati rumeni, uno di 28 anni, residente a Castelvetro di Modena, e uno di 24 residente a Pesaro, trovati in possesso di un involucro contenente oggetti d'oro che avevano tentato di vendere ad un gioielliere del centro. Lo stesso gioielliere, insospettito, aveva allertato la Polizia. La refurtiva, del valore di circa 500 euro, sarebbe frutto di furti messi a segno in Sicilia. Le indagini sono ancora in corso.



... roberto palcani


Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2012 alle 22:30 sul giornale del 27 ottobre 2012 - 1809 letture