contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Successo per la mostra collettiva di Arte e Letteratura 'Al Di Là Delle Nuvole'

5' di lettura
708
da Anna Grossi

mostra collettiva di Arte e Letteratura 'Al Di Là Delle Nuvole'
Salone del Fico, Palazzetto Baviera di Senigallia, Prosegue con successo di Spettatori e di critica la collettiva di Arte e Letteratura "Al Di Là Delle Nuvole" 6/20 Ottobre 2012, promossa dal Capricorno Associazione Culturale di Corinaldo, Artisti espositori, Anna Grossi, Violetta Grossi, Fiorella Manoni, Elvio Angeletti.

Si creano situazioni in cui la pittura rimanda direttamente all’uomo che la creata, perché legata alla proprio vicenda, intima e personale, ai suoi sentimenti, alla sua esperienza di vita, alla sua interiorità. Ci sono situazioni invece, in cui la pittura si pone in primo piano rispetto all’uomo che la creata, che riveste un ruolo a se, che ha una connotazione e una vita propria.

Può succedere di rimanere inguaribilmente sedotti dall’arte come impatto emozionale, nella semantica dell’eccezione come nella capacità evocativa dei più svariati soggetti e temi pittorici, dove mai vi è l’impressione che un elemento possa escluderne altri.

Gli artisti sono avanguardia del pensiero. per molti di essi, un quadro è un pensiero dipinto, ed ogni colore è la realtà delle cose da immortalare, nella vitalità artistica espressa a parole o nei fatti, ovunque, l’arte, raggiunge decisamente contorni di lirismo; l'uomo ed il paesaggio nella tensione coloristica, uniti da un flusso di energia. La percezione ha un solo universo, regolato da una meditazione. Laddove i dipinti sono, parole colorate.

Scriviamo alcune recensioni degli Artisti espositori:

Anna Grossi / Anna ama la vita moderna, ma il suo studio è silenzioso, ammantato di atmosfera romantica, nella pace di stanze antiche, la dove crea e dove il tempo è rarefatto.
La sua pittura è eterna, perché nasce dall'io profondo, nel cielo della poesia e dei suoi colori. E' infatti il compenso di due entità - luce e colore - che si muovono amalgamandosi nell'aria. L'una per accontentare e sollecitare la musicalità della vibrazione segno-colore. L'altra per rappresentarne sullo pagina riflettente del quadro, le estreme interiorità umane, anche in relazione delle materie scelte dall'artista.

Uno o più colori, accesi, soffusi o squillanti, Anna li raggruma o li disperde, li condensa o li fa diluire, li raddensa o li sovrappone come segni di una partitura musicale, con l'abilità della sua pennellata. Il metodo è analogicamente quanto mai strumentale. Esso le consente di usare il pennello come uno strumento di direzione musicale, e che a questo compito abbina quello della partecipazione personale. L'intensità e l'energia che si identificano con la bruciante sensibilità che le permette di tradurre visioni e sogni in tele dai rossi brillanti, blu intensi, e neri di Universi stellati, capaci di evocare abissi misteriosi delle estreme profondità del pensiero.

Earl A. Powell III,
Art Director National Gallery of Art Washington DC

Violetta Grossi / Un ricamo “Occhio di luce” che parla semplicemente alla gente, in un abbraccio privo di limiti temporali, un dialogo vario, intenso ma continuo, un dialogo con l’Arte in cui l’artista scruta con attenzione il suo mondo interiore e quello esterno, pronta a coglierne vibrazioni e risonanze. Il paesaggio nei ricamo d’Arte di Violetta, è reso schematico per la totale eliminazione di ogni inutile elemento descrittivo, i volumi si intersecano nello spazio
prospettico con assoluto rigore geometrico su cui si adagia il caldo e misurato come in una ricorrenza musicale ovattata e dolce.

La sua capacità di ricamatrice non aspetta di vedere prima un paesaggio per poi decidere di ricamarlo, ma dentro di se ha delle immagini già compiute, che il vero sollecita a far uscire, ciò che risponde al suo temperamento di ricamatrice /poetessa, emotiva e spontanea, la calda luminosità dei suoi lavori dà ristoro alla mente e infonde serenità all’anima.

Fiorella Manoni / Negli alberi, nell’ansa di un mare, in una volta celeste senza tempo, si cela un simbolismo complesso, benché si avvalga di una segnica semplice, consueta, per costruire nel proprio spazio linguistico la visione soggettiva della realtà.

Il paesaggio è ancora una volta il pretesto per concretizzare un’esperienza oggettiva, i dipinti di Fiorella Manoni sono di preferenza visioni astrali con escursioni nel classico, quando decide che il viaggio intrapreso ha bisogno di un attimo di sosta, di pace, ma soprattutto il desiderio di “Essere” raccontato da un’artista
affonda nelle pieghe più riposte dell’anima, per cogliere quegli aneliti, che, quasi sospesi fra la veglia e il sonno, puntano diritti al cuore.

Con la forza delle immagini e senza sovrapposizioni, Fiorella sulla tela ferma pensieri e sogni. Facili da vivere, come essere in una bolla di sapone o in preziose
sfere di cristallo a protezione dei desideri di ogni comune mortale, e dove, alla fine emerge la speranza di giustizia sociale per tutti gli uomini, materializzato in un vortice di cromatismo denso di dissolvenze surreali dove nasce il soliloquio dell’Artista, una realtà dipinta nel più assoluto silenzio della riflessione esistenziale.

Elvio Angeletti / La sua è un’armonia che va oltre il piacere della parola e tocca le corde più profonde.
La varietà dei luoghi e dei temi è quello che si potrebbe chiamare “Poema della vita” frantumato in tante opere che sono paragonabili a dei canti.

La sua esperienza nel descrivere l’emozione, ha raggiunto ormai una tale estensione di compiutezza poetica da consentire la definizione simbolista di un mondo umano
trasfigurato nella natura e serenamente vissuta tramite la speranza che attende, radiosa, come il sole del mattino dentro il quale l’osservatore vi penetra con dilatata
capacità di visione e di conoscenza interpretativa, e quindi di piacere.

Un mondo in cui la voce del poeta ha colto l’anima perché lo ha guardato con l’occhio chiaro dell’innocenza e con affetto puro, gioia, con trepida passione e calda suggestione di un lirismo mai sazio e con l’affinata dote di uno sciamano di sapida intenzione romantica.



... mostra collettiva di Arte e Letteratura 'Al Di Là Delle Nuvole'
... mostra collettiva di Arte e Letteratura 'Al Di Là Delle Nuvole'


mostra collettiva di Arte e Letteratura 'Al Di Là Delle Nuvole'

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2012 alle 18:40 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 708 letture