contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Nuove regole per la qualità urbana: multe per escrementi, cicche e gomme a terra

3' di lettura
4534

foro annonario
Basta con i mozziconi di sigarette a terra, con le cicce delle gomme da masticare spiaccicate sui selciati, agli escrementi dei cani sparsi sui marciapiedi, no agli edifici fatiscenti e in degrado e lotta dura all'abuso di alcol. Sono solo alcune delle novità introdotte nel nuovo regolamento per la salvaguardia della qualità urbana.

Una novità assoluta per la spiaggia di velluto che la Giunta sta mettendo appunto e che presenterà in Consiglio comunale il mese prossimo. Ieri mattina l'esecutivo del sindaco Maurizio Mangialardi si è riunito per discutere i principi guida del nuovo regolamento che, suddiviso per capitoli, indica divieti e doveri dei cittadini. Una parte consistente del documento è dedicata alla tutela dell'estetica e del decoro urbano. Il Comune ad esempio mette un freno alla pessima abitudine, consolidata ormai da anni, di gettare a terra i mozziconi di sigarette e le cicce delle gomme da masticare. Due scarti che per altro resistono all'usura e al tempo e che si smaltiscono rispettivamente in 10 e 5 anni. I trasgressori rischiano multe da 50 a 500 euro.

Il nuovo regolamento apre la strada all'introduzione, da parte dei gestori dei locali sia del centro storico che del lungomare, di appositi portacenere. Ma non solo. Basta anche con i manifesti pubblicitari, come quelli dei circhi e delle sagre, affissi sui pali della pubblica illuminazione, dei cartelli stradali o sui cestini dei rifiuti. E che dire poi delle insegne dei negozi, spesso sconnesse, semi-lampeggianti o in tilt. Le insegne d'ora in poi dovranno essere funzionanti e in linea con i canoni estetici del contesto urbano in cui sono inseriti. Stesso dicasi per le tinteggiature esterne degli edifici che dovranno armonizzarsi con il resto degli edifici urbani. Quando si parla di “pulizia e decoro urbano” un'attenzione a parte merita la questione degli escrementi degli animali che vengono costantemente abbandonati a terra.

D'ora in avanti il Comune promette il pugno di ferro contro i padroni incivili che non raccolgono o puliscono gli escrementi degli animali in tutto il territorio comunale e nelle aree verde, pena multe severe fino a 500 euro. Niente comportamenti contrari alla pubblica decenza. Un principio che vala non solo per gli animali. Basta dunque con i bivacchi nelle aree pubbliche (come accade spesso alla Rocca Roveresca) e con chi viene sorpreso a urinare in giro (cosa che purtroppo accade assai frequentemente). Il nuovo regolamento conferma anche le limitazioni per la somministrazione degli alcolici che non possono essere versati in contenitori di vetro dalle 20 alle 7 del mattino, sia nel centro storico che sul lungomare. Unica eccezione per il servizio al tavolo dei bar.

“Vogliamo una città dove i cittadini sappiano cosa poter fare e cosa no -spiega il sindaco Mangialardi- e soprattutto dove i cittadini partecipano attivamente alla difesa della qualità della città. Ovviamente con il regolamento saranno introdotti anche controlli più stretti e severi con relative multe per i trasgressori”.



foro annonario

Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2012 alle 00:24 sul giornale del 17 ottobre 2012 - 4534 letture