contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Rifiuti: il Cir33 'caccia' la Aimeri, dal 1° novembre subentra la Rieco

2' di lettura
5853

Caos rifiuti a San Silvestro, via Squartagallo
Contro l'emergenza rifiuti, il Cir33 “esonera” la Aimeri e anticipa l'entrata in scena della nuova azienda vincitrice della gara d'appalto per la raccolta dei rifiuti.

Dopo l'ennesimo salto del ritiro del grigio, avvenuta martedì, e con ritiri ad intermittenza nella giornata di mercoledì, il sindaco Maurizio Mangialardi era andato su tutte le furie intimando alla Aimeri di provvedere a recuperare il grigio (cosa che non è avvenuta) e ammonendo il Cir33 affinchè anticipasse l'ingresso della nuova impresa. E così è stato. Il Cir33, il consorzio per la gestione dei rifiuti della Vallesina e Misa, ha accolto la richiesta del sindaco interrompendo il rapporto con la Aimeri prima della scadenza della proroga.

L'appalto vinto dalla Aimeri Ambiente di Rozzano è scaduto nel maggio scorso. Con la speranza di evitare disagi durante la stagione estiva, il Cir33 ha prorogato il rapporto di raccolta dei rifiuti fino al 30 novembre. Nel frattempo si è tenuta una nuova gara vinta dalla Rieco, una partecipata della Ecologica Sangro di Lanciano, che avrebbe dovuto iniziare il lavoro dal 1° dicembre. La situazione però in città (ma anche nell'entroterra) ormai è insostenibile e il Cir33 ha disposto il subentro a partire dal 1° novembre. Nei giorni scorsi si erano “ribellati” a questa situazione anche i dipendenti della Aimeri che protestavano per non poter lavorare in quanto l'azienda non forniva il denaro per il gasolio dei mezzi della raccolta.

“Il Cir33 ha preso la decisione migliore, bisognava mettere fine a questo strazio -commenta il segretario della Uil Trasporti Marche Giorgio Andreani- con la nuova azienda la situazione si dovrebbe normalizzare. L'unica nota positiva di tutta questa brutta vicenda è che la situazione precipitata in questi giorni ha finalmente dato una svolta alla situazione e speriamo messo fine all'agonia. Con il nuovo appalto mi auguro che cambi anche l'organizzazione del lavoro. Già sei mesi fa i lavoratori della Aimeri avevano stilato un documento, poi presentato all'azienda, dove si suggerivano interventi per migliorare il servizio. Credo si tratti dell'unico caso in Italia in cui i lavoratori si fanno carico di suggerire all'azienda come poter risolvere i problemi”.

Con il subentro della Rieco le speranze sono ovviamente che dopo mesi e mesi di continui disservizi, la raccolta dei rifiuti finalmente venga effettuata regolarmente. “Siamo soddisfatti anche dell'uscita del sindaco Maurizio Mangialardi che ha dimostrato di essere piuttosto battagliero sulla questione -aggiunge Andreani- adesso vigileremo anche sul futuro dei circa 70 dipendenti che dalla Aimeri devono, per contratto, passare tutti alla nuova impresa scongiurando così situazioni come quelle che si stanno verificando in altre parti d'Italia dove la Aimeri ha già messo in mobilità 220 dipendenti”.



Caos rifiuti a San Silvestro, via Squartagallo

Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2012 alle 00:34 sul giornale del 12 ottobre 2012 - 5853 letture