contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Esercitazione della Protezione Civile contro i pericoli di esondazione nelle zone R4

2' di lettura
2236

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Protezione civile
La mattina di sabato prossimo, 13 ottobre, sarà effettuata una esercitazione di protezione civile nella zona del quadrilatero compreso tra le località di Bettolelle, Brugnetto, Cannella, Vallone.

Si tratta di una esercitazione effettuata in collaborazione con Regione Marche, Provincia di Ancona, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco, Asur Marche Area Vasta 2, C.R.I. e associazioni di Volontariato di Protezione Civile, nel corso della quale sarà simulato il rischio esondazione. Le operazioni inizieranno alle ore 8 per terminare alle 12 e vi saranno coinvolti tutti i residenti delle zone che presentano un rischio esondazione molto elevato (in sostanza, la zona R4 del Piano di assetto idrogeologico regionale).
Il momento dell’allertamento sarà dato dal personale volontario di protezione civile o di polizia municipale verso le ore 9.45 circa, A questo punto inizierà l’evacuazione dei residenti dalle zone a rischio, con accompagnamento presso i centri di accoglienza. La popolazione dovrà quindi lasciare le proprie abitazioni e raggiungere a piedi o con mezzi propri le aree di attesa, con le modalità e le cautele indicate nelle modalità già consegnate a suo tempo e quanto previsto dal Piano. Le famiglie che hanno persone disabili attenderanno l’arrivo del personale della Croce Rossa Italiana.

Per coloro che si trovano a nord del fiume Misa l’area di attesa e il centro di accoglienza sarà il piazzale e la scuola elementare di Cannella; per coloro che si trovano invece a sud del fiume Misa, l’area di attesa e centro di accoglienza sarà il piazzale e la scuola elementare Vallone. In questi due centri di accoglienza verrà effettuato un breve censimento e, per chi lo desidera, sarà effettuata l’iscrizione a un servizio sperimentale SMS. Eseguita questa fase, si potrà rientrare alle proprie abitazioni.
I cittadini interessati sono naturalmente già stati informati adeguatamente, anche attraverso un apposita lettera del Sindaco. La loro fattiva collaborazione è infatti essenziale per consentire alle forze in campo di testare i tempi di evacuazione e le eventuali problematiche che potrebbero sorgere, permettendo così alla Protezione Civile di migliorare al massimo l’intervento nel caso di una emergenza reale.



Protezione civile

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2012 alle 12:52 sul giornale del 11 ottobre 2012 - 2236 letture