contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corinaldo : la Casa Protetta in visita alla fattoria didattica di Arcevia

2' di lettura
1974

da Cooperativa Casa della Gioventù
www.casadellagioventu.it



 


Giovedì scorso gli ospiti della Casa Protetta di Corinaldo, il servizio residenziale per soggetti disabili gestito dalla Cooperativa Casa della Gioventù, hanno trascorso una piacevole mattinata presso la fattoria didattica Casale Venezia a Nidastore di Arcevia.

La Casa protetta è un servizio residenziale per disabili gravi che ospita persone del territorio che nel vivere insieme sperimentano la quotidianità e la propria unicità.
I nostri percorsi educativi sono ispirati alla valorizzazione delle potenzialità di ogni ospite, potenzialità e capacità da espandere, rafforzare e acquisire sia all’interno della struttura attraverso le attività educative, che all’esterno attraverso esperienze di socializzazione nel territorio.
I nostri utenti sono affiancati da un gruppo di educatori che, con la loro dedizione e professionalità, guidano le attività educative ed assistenziali verso traguardi sempre nuovi.

Giovedì scorso gli ospiti della Casa Protetta, insieme ad alcuni operatori hanno effettuato una visita presso la fattoria didattica Casale Venezia.

Il Casale Venezia è un agriturismo a Nidastore di Arcevia, in provincia di Ancona, non distante dal magnifico Castello di Nidastore, è a totale conduzione biologica ed offre: una struttura predisposta per i diversamente abili, un alloggio per animali (la struttura accetta animali domestici) e attività didattiche e trekking.

I ragazzi hanno potuto stabilire un diretto contatto con gli animali, cavalli, pecore, oche, galline e dar loro da mangiare.
Hanno inoltre effettuato il percorso delle erbe aromatiche potendole annusare e assaporare da quelle più conosciute come salvia, rosmarino, maggiorana a quelle più rare come santolina, eucalipto, menta marocchina ed elicriso.

Hanno potuto gustare un’ottima merenda a base di prodotti biologici, sicuramente questa esperienza avrà loro lasciato emozioni legate al contatto con la natura e con gli animali nel loro habitat naturale.
Momenti che al di là delle attività educative che si svolgono ogni giorno all'interno della comunità, arricchiscono e stimolano le loro vite al di fuori della loro “casa”, rendendoli attivi sul territorio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2012 alle 12:41 sul giornale del 11 ottobre 2012 - 1974 letture